|

NUMERO APRILE CARTACEO 2017

Data pubblicazione: 01-02-2017
 
PRIMA PAGINA

LUI O LEI? LE SCELTE NON SI DISCUTONO.

di Annamaria Ghedina


RECITA un vecchio proverbio “De gustibus non est disputandum” e per chi non capisce un acca di latino significa che i gusti non vanno messi in discussione, ognuno ha il suo, piaccia o non piaccia. Mi riferisco al servizio del nostro Antonio D’Addio sulle confessioni di un marchettaro (pag.4) la cui storia è oggetto di un libro recentemente presentato ad un pubblico curioso soprattutto di vedere ‘in persona personalmente’ tanto per dirla alla Catarella (Montalbano), questo giovane ex avvocato ed ora gigolò a tutti gli effetti. Quello che mi ha dato il la a tirarne giù questo pezzo è constatare come stia andando in soffitta quella famosa cosa in favore del coso che pare riscuota maggior appeal, considerato il tipo di clientela che frequenta il nostro gigolò. D’altra parte abbiamo le unioni civili che sanciscono i matrimoni di soggetti del medesimo sesso a dimostrazione di ciò che ora significa vera libertà sessuale, una volta intesa solo come la possibilità per le donne di superare lo stereotipo della verginità fino al matrimonio e non essere additate, in caso contrario, come p. o t. Un bel passo avanti per noi che a Roma abbiamo la sede della cristianità, il Papa, che con le sue dichiarazioni ha cercato di venire incontro alle esigenze di uno Stato laico. Mi chiedo però se il cambiamento dei costumi non imponga altro genere di problematiche, soprattutto in un paese non per giovani (i pensionati sono la maggior parte). Penso a quelle piccole comunità che non hanno internet perché sono fuori dalle rotte comandate, non riescono manco a collegarsi con il cellulare perché le famose tacche non prendono, ed a volte anche la TV non è visibile in tutti i canali. Che tipo di modernità viene dunque assimilata? Quali sono i pensieri di questi soggetti di fronte al progresso ed ai suoi stravolgimenti? Purtroppo le cronache di mariti lasciati dalle mogli che le rincorrono e le accoltellano perché non accettano la separazione o divorzio che sia, traguardo di un Paese civile che risale agli anni’70, ci dice che è lunga la strada per…Tipperary e che determinate libertà/conquiste non sono ancora entrate di diritto nel viver comune. Non è facile sradicare mentalità che sono parte integrante di usi e costumi legati a tradizioni non facili da scalzare neanche nelle menti dei più giovani, soprattutto in quelle realtà che il progresso non lo vedono manco in TV.

SFOGLIA LE PAGINE DE LO STRILLO

O SCARICATI IL PDF

********

ADERITE ALLA NOSTRA INIZIATIVA
PER  INTESTARE  A TOTO' PIAZZA PRINCIPE UMBERTO

********

      Presentazione del libro "Guida ai fantasmi d'Italia" di Annamaria Ghedina


 


SERATA A VILLA DOMI: CONSEGNA DEI PREMI "IL SOGNATORE" II EDIZIONE EVENTO PROMOSSO DA "LO STRILLO".


Allegati: