|

Carosello storico dei Carabinieri

Data pubblicazione: 16-07-2019
 
carosello storico

Una serata celebrativa tra le più belle in assoluto quella del 12 luglio  2019 per la cittadina vesuviana che ha concluso in maniera magistrale la sua partecipazione alla trentesima Universiade di Napoli.  Cercola ha ospitato presso lo Stadio Comunale “G. Piccolo” il Quarto Reggimento dei Carabinieri a cavallo di Roma che si è esibito nel  famoso Carosello storico. Un evento sui generis che ha richiamato oltre cinquemila spettatori e tantissime autorità civili e militari. Un momento solenne anticipato da un’introduzione musicale eseguita dalla Fanfara del Reggimento “Campania” che ha omaggiato la città di Napoli con l’esecuzione dei bravi più famosi dell’artista Pino Daniele: Terra mia, ‘Na tazzulella ‘e cafè, Je so pazzo, Napule è, per concludere  con la Fedelissima, marcia d’ordinanza dell’Arma dei Carabinieri, e l’Inno di Mameli. I militari hanno riprodotto la celeberrima “Carica di Pastrengo”, episodio cruciale di una battaglia combattuta il 30 aprile 1848 durante la Prima Guerra di Indipendenza. Cinquanta cavalieri hanno condotto uno spettacolare momento equestre dove la formazione “Pastrengo”, ha dato prova delle abilità di altissimo livello di addestramento.  Emozionato il primo cittadino, Vincenzo Fiengo, ha esordito così: “Con una serata stupenda si concludono le nostre Universiadi. Felice ed emozionato, posso dire a gran voce, che Cercola ha vinto la sua medaglia. In uno stadio stracolmo di tanta passione, tanta gente e grandissime autorità civili e militari, abbiamo assistito ad uno spettacolo ricco di emozioni: il Carosello Storico dei Carabinieri che per la prima volta si esibiva a Napoli. Ringrazio tutti, dal Commissario Universiadi 2019 Gianluca Basile, al presidente della Regione Vincenzo De Luca, ma soprattutto dico grazie  all’Arma dei Carabinieri e al Comando Tenenza di Cercola, retto dal Tenente Franco Di Gioia, per la fiducia che ci hanno dato, scegliendo la nostra città per questa manifestazione. Un lavoro straordinario per curare ed organizzare l’evento, un lavoro di squadra per garantire il massimo supporto all’Arma. Una grande Universiade, oltre 30 partite ospitando 74 nazioni con tanti turisti che hanno popolato la nostra cittadina e un complesso sportivo “gioiello” che lasciamo in eredità alla città. Oggi più che mai sono felice ed orgoglioso di essere cercolese.”