|

LA GOCCIA E IL MARE DI DANIELE FALLERI

Data pubblicazione: 14-07-2019
 

Il cortometraggio La Goccia e Il mare, interpretato da Riccardo Polizzy Carbonelli per la regia di Daniele Falleri, con Valeria Graci, Francesco Stella, Ilaria De Rosa, Gianclaudio Caretta, è stato premiato durante la prima edizione di Italian Black Movie Awars, presso la casa del cinema, il 13 luglio, proprio per il miglior cast multietnico, e migliore colonna sonora e musica.  Riccardo Polizzy Carbonelli è un volto noto del teatro, del cinema e della tv grazie alla sua partecipazione alla soap opera di successo Un posto al sole, in onda da 22 anni, con un’audience sempre crescente, sui teleschermi di Rai Tre. “Con Daniele Falleri ci conoscevamo già tra addetti ai lavori, ma lavorare sul set della fiction Le tre Rose di Eva 4 ha rafforzato la stima. Daniele è un grande professionista, un regista teatrale e televisivo, un abile e sagace scrittore, uno sceneggiatore e un organizzatore davvero in gamba” – ha detto Polizzy Carbonelli con grande entusiasmo. LA GOCCIA E IL MARE racconta la storia di Enzo e Giulia, padre e figlia, in panne con l'auto e lui in procinto di mettere a punto una truffa facendosi rinnovare i contributi previdenziali di invalidità, anche se cammina benissimo. Un furgone con due ragazzi si ferma e dà loro un passaggio. Durante il viaggio Enzo sfoga tutta la sua acredine verso un mondo che va a rotoli per regole, immigrati, omosessuali, ma all'arrivo lo attenderà un'amara sorpresa... “Prima ancora che Daniele Falleri mi parlasse del personaggio, gli ho detto di si. Poi, leggendo la sceneggiatura, mi sono venuti alla mente molti personaggi, amaramente comici, quelli che "si arrangiano”, della Commedia all’Italiana. Ho ricordato subito un episodio del film “I Mostri”, di Dino Risi, che s’intitola “L’Educazione sentimentale”, con Ugo Tognazzi e il Figlio Ricky, in cui un padre si prende cura della educazione del figlio scolaro ricorrendo ad una serie di esempi e insegnamenti disonesti e alla totale mancanza di rispetto per il prossimo. Dieci anni dopo pagherà lui stesso le conseguenze venendo derubato e ucciso dal figlio. Enzo Pallottini, così il nome del mio protagonista ne “La Goccia e il Mare”, è simile: approfittatore, furbettino, sprezzante, disonesto, ma in buona fede perchè è convinto d’essere nel giusto, altrimenti inorridirrebbe per come agisce e per l’esempio che da alla figlia” - ha raccontato Polizzy Carbonelli. Crediti  Azzurra Primavera