|

Il Jova Beach Party con Jovannotti

Data pubblicazione: 15-07-2019
 
Jova beach party

Nessuno ci credeva e mai nessuno ci avrebbe scommesso, eppure, nonostante i tanti problemi sorti riguardanti la bonifica illegale, le dune da rispettare, è successo per davvero, ieri, 13 luglio aCastel Volturno, si è tenuto il Jova Beach Party,  il concerto evento di Jovanotti, che quest’anno ha deciso di esibirsi sulle spiagge italiane. E’ stato uno spettacolo unico, immenso, che ha visto ospiti partenopei, Clementino, Rocco Hunt e Enzo Avitabile, cantare le loro più famose canzoni e poi cimentarsi, insieme a Jovanotti in un tributo, che ha fatto venire la pelle d’oca, al grande Pino Daniele. Un concerto immane, dunque, quello di Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, un evento che ha portato in scena le sue bellissime ed intramontabili canzoni, il suo talento inaudito di dj, remixando hit che fanno ballare con i  suoi pezzi che fanno cantare diverse generazioni. La musica non è stata la sola protagonista di questo evento, si è parlato molto dei grandi mali che affliggono oggi la nostra terra: l’inquinamento e il razzismo; Jovanotti ha voluto fortemente questi eventi per sollecitare le migliaia di persone presenti a non lasciare i propri rifiuti sulla spiaggia, invitandoli alla raccolta e al riciclo della plastica. L’immigrazione, l’accoglienza, l’abbattimento delle frontiere è stato un altro tema frequentemente ripetuto, senza voler far politica, ha comunicato l’importanza dell’aggregazione, dei legami, di come la terra sarebbe un posto migliore se non ci fossero discriminazioni; ha ricordato che la nostra cultura mediterranea, partenopea è così bella e variegata perché è fatta di accoglienza e di miscelazioni. Il tema principale è stato anche il cinquantesimo anniversario del primo uomo sbarcato sulla luna, che ricorrerà il 20 di questo mese; dallo spazio la Terra appare senza confini, ci auguriamo che una nuova mentalità,“una nuova era”, come egli stesso canta in una canzone, possa iniziare! W la libertà, è il motto di Jovanotti ed il nostro; il concerto è stato una botta di vita, una carica di adrenalina e di felicità. Per Castel Volturno è stata una festa di rinascita e di musica.

Rosanna D’Alessandro