|

GRAN PREMIO INTERNAZIONALE di VENEZIA

Data pubblicazione: 05-08-2019
 
Gran Premio Venezia

Si è svolta nel prestigio Salone Marinelli della Regione Laziola Cerimonia di

NOMINATION PER IL LEONE D’ORO DÌ VENEZIA PER LE PROFESSIONALITÀ E IMPRENDITORIA.
RICONOSCIMENTO SPECIALE PER MERITI PROFESSIONALI 2019 E NOMINATION PER L’IMPEGNO QUOTIDIANO NELLA PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO ATTRAVERSO LE TEMATICHE ECOLOGISTE, ASSOCIAZIONISMO, VOLONTARIATO CIVILE E POLITICO, PRODUZIONI AGROALIMENTARI, PROMOZIONE TURISTICA, MARE,BIODIVERSITÀ’, RISORSA ACQUA E DEL SETTORE IPPICO.

Diverse, le aziende premiate e in nomination per il Leone d’Oro di Venezia per l’Imprenditoria. Tra le personalità di spicco, è stato scelto il napoletano Rosario Lopa, Portavoce della Consulta Nazionale per l’Agricoltura e Turismo. Dipartimento Nazionale Ambiente Agroalimentare Risorsa Acqua Ristorazione Servizi Volontariato Associazionismo del MNS. Sileno Candelaresi, Presidente dell’Ordine del Leone d’Oro di Venezia, ha sottolineato l’importanza dell’onestà e serietà, come valori da condividere. SvetlanaNesterenko, responsabile delle nomination campane al premio, si è soffermata sull’aver creduto nelle professionalità e nelle grandi e piccole aziende, che da decenni dimostrano sul campo la propria capacità, non solo di fare impresa, ma anche in un comportamento solidale.Rosa Praticò, presidente dell’associazione Officina delle Idee, e responsabile della sezione imprenditoria femminile di Confesercenti, ha ribadito come l’unico vero modo per creare sviluppo e opportunità è la sinergia aperta a tutte le realtà positive che vivono la quotidianità del nostro territorio. 
Rosario Lopa,ha affermato che: “il premio Leone d’Oro per l’imprenditoria e le professionalità, è innanzitutto una suggestione della Nazione che produce. Voglio condividere questo riconoscimento con tutti quelli che quotidianamente lavorano, producono, preservano, aiutano, con sacrifici e dedizione, quel sommerso positivo e che probabilmente non avranno mai nessun riconoscimento insieme ai colleghi, amici, operatori che tutti i giorni condividiamo il nostro impegno, perché a Napoli è tutto molto difficile, ma è sicuramente molto più bello”.