|

TRIONFO ASSOLUTO PER C'ERA UNA VOLTA…IL FESTIVAL DI NAPOLI

Data pubblicazione: 11-02-2019
 

Una squadra di bravissimi cantanti, veraci interpreti della musica napoletana, ha riportato in vita gli anni gloriosi del Festival di Napoli, una kermesse amatissima da tutti gli Italiani durante la quale la vita si bloccava per assistere alle esecuzioni delle canzoni in gara. Teatri cittadini prestigiosi, presentatori affermati, da Mike Bongiorno a Daniele Piombi, da Pippo Baudo ad Enzo Tortora, interpreti nazionali in coppia con quelli nostrani, ospiti internazionali e il meglio del panorama partenopeo: Aurelio Fierro, Nunzio Gallo, Mario Abbate, Giacomo Rondinella, Mario Merola, Tony Astarita, Maria Paris, Giulietta Sacco, Mirna Doris, Angela Luce, Gloria Christian e tanti altri.  Un concerto teatrale, prodotto da Sud Promotion, che ha ripercorso la storia del Festival della Canzone napoletana, tra le canzoni che hanno partecipato alla manifestazione più comunemente nota come «Festival di Napoli», che si tenne dal 1952 al 1970, contributi video di archivio, testimonianze e aneddoti, prosa e movimenti coreografici. Un viaggio canoro e musicale nella meravigliosa canzone napoletana per il quale sono stati selezionati Antoine (Segretamente), Milly Ascolese (Tuppe tuppe, Marescia’), Luciano Caldore (Tu si ‘na cosa grande), Gino Da Vinci (Preghiera a na mamma), Giovanna De Sio (Malinconico autunno), Enzo Esposito (Vurria), Rico Femiano (Lazzarella), Mavi Gagliardi dei Sud 58 (Abbracciame), Giovanni Galletta (Indifferentemente), Francesco Merola (‘Nnammurato ‘e te), Alfredo Minucci (Me chiamo ammore), Luca Nasti (Vieneme ‘nzuonno), Ida Rendano (Core spezzato), Tommy Riccio (Ciente appuntamente), Teresa Rocco (Freva ‘e gelusia), Alberto Selly (‘A pizza) ed Ettore Squillace (Guaglione). Tutti eleganti, professionali, disciplinati e seri hanno dato il meglio di sé esibendosi dal vivo accompagnati dalla bravissima orchestra Fiscale diretta dal maestro Peppe Fiscale e composta da Ettore Gatta (pianoforte), Claudio Romano (chitarra acustica e mandolino), Luigi Fiscale (basso), Gianluca Mirra, batteria, Mimmo Fiscale (percussioni) e Antonio Ottaviano (tastiera e fisarmonica). La kermesse canora, presentata con garbo, verve e perizia da Lucio Pierri, che con le sue improvvisazioni e le sue battute spontanee ha reso le serate molto divertenti, e Edda Cioffi, bella, brava e raffinata, è stata impreziosita da aneddoti, curiosità e proiezioni di brevi video. “Nella settimana del Festival di Sanremo – spiega il regista Maurizio Palumbo – ci piace ricordare quanto la canzone napoletana abbia originato la canzone italiana e come la prima sia stata all’origine dello stesso Festival ligure, visto che, in qualche modo, tutto si originò dalla manifestazione che Ernesto Murolo organizzò nel casinò della cittadina ligure dal 24 dicembre 1931 al 1° gennaio 1932”. Ci auguriamo, di vero cuore, che lo spettacolo possa girare per altri teatri italiani e, perchè no, sbarcare anche all'estero!!!

Antonio D'Addio