|

CAOS E PROTESTE ALL'I.C. STATALE "G. BARRA" DI SALERNO

Data pubblicazione: 10-01-2019
 

Caos, proteste e aule vuote al terzo piano dell’Istituto Comprensivo “G. Barra” di Salerno dove questa mattina la maggior parte degli alunni non è entrata, rinunciando alle lezioni. Le mamme dopo aver appreso che i propri figli hanno trascorso l’ennesima giornata di freddo tra i banchi di scuola si sono unite per protestare contro una situazione che si trascina dal mese di novembre.  “Termosifoni obsoleti e malfunzionanti, finestre con scarso isolamento termico, ennesima dimostrazione delle condizioni assurde in cui versano le scuole” - è il commento di Danila Navarra, responsabile dello sportello regionale del Centro per I Diritti del Cittadino – Codici Campania, che annuncia una lettera di protesta alla Provincia di Salerno. Nella missiva l’associazione chiede un intervento urgente affinchè l’Istituto venga reso in perfette condizioni ed agibile onde permettere in tempi brevi la frequenza delle lezioni da parte degli alunni. Il terzo piano dell’Istituto è sotto la gestione della Provincia, al contrario dei primi due che sono, invece, gestiti dal Comune che ha già provveduto a riparare i termosifoni che come gli altri erano non funzionanti. Una richiesta urgente di intervento era stata presentata nei mesi scorsi ma nonostante vari solleciti, ad oggi, nessuno è intervenuto. “E’ assurdo che alle soglie del 2020 gli alunni non possano frequentare le lezioni per la mancanza di aule idonee e debbano frequentare le ore scolastiche indossando giubbini, guanti e cappello – aggiunge Danila Navarra – l’educazione dei nostri figli è un diritto nonché dovere che le istituzioni non possono toglierci. Chiediamo interventi mirati e celeri affinché gli alunni possano riprendere le lezioni quanto prima”.