|

"Eduardo per i Nuovi"inaugura la stagione al Teatro Nuovo

Data pubblicazione: 12-10-2018
 
Eduardo per inuovi

Lo spettacolo dal titolo “Eduardo per i Nuovi”- inserito in un progetto voluto dalla Fondazione Teatro della Toscana;da Elledieffe,la Compagnia di Teatro di Luca De Filippo; con la collaborazione del Teatro Pubblico Campano – proponequattro atti brevi di Eduardo De Filippo: Pericolosamente – I morti non fanno paura – Amicizia – il primo atto di Uomo e galantuomo. In scena Francesco Grossi, Filippo Lai, Athos Leonardi, Claudia Ludovica Marino, Luca Pedron, Laura Pinato, Nadia Saragoni, Erica Trinchera, Lorenzo Volpe diretti da Gianfelice Imparato che firma anche l’adattamento e, in collaborazione con gli stessi attori, la traduzione in italiano dei brani in napoletano nei testi originali. Condivisibile per quanto coraggiosa la scelta di Imparato che nelle sue note di regia afferma di preferire l’italiano a “un napoletano stentato e inevitabilmente inverosimile” da parte di attori provenienti da varie regioni d’Italia. Di più, l’operazione è apprezzabile anche perché favorisce la conoscenza del teatro di Eduardo tra i giovani e lo libera da una limitante e inaccettabile connotazione regionale. La traduzione e la regia di Imparato hanno il pregio di non aver stravolto le intenzioni dell’autore e di aver valorizzato “la comicità che nasce dalla drammaturgia”: concetto tanto lontano dalla comicità televisiva costruita sulle gag o peggio sulla volgarità. I giovani attori in scena superano di buona misura il difficile esame di portare Eduardo su un palcoscenico napoletano per entusiasmo, buona dizione e buon ritmo. C’è ancora da eliminare qualche rigidità ma nel complesso si può affermare che l’insegnamento di un fuoriclasse come Gianfelice Imparato abbia prodotto buoni frutti. Applausi convinti e pubblico sorridente.

Valeria Rubinacci