|

GRANDE SUCCESSO PER LA PRIMA EDIZIONE DEL GRAND ROAD VENEZIA-MONTECARLO:

Data pubblicazione: 08-07-2019
 
Gran road

Grande successo della prima edizione del Grand Road Venezia-Montecarlo: la gara sperimentale, con un format totalmente innovativo e un’allure squisitamente chic, riservata a supercar moderne di tutte le marche costruite tra il 1982 e il 2019. Organizzato con la passione e l’esperienza di sempre dalla Scuderia Mantova Corse, il Grand Road intende diventare nel tempo il punto di riferimento per gli appassionati di vetture GT, creando allo stesso tempo un’occasione mondana unica dall’alto valore conviviale, turistico e sportivo. 1000 km percorsi in 3 giorni, un’hospitality a 5 stelle, un percorso mozzafiato tra i laghi del nord Italia e le Alpi italo-francesi: questi gli ingredienti che hanno reso la gara unica e indimenticabile. Una kermesse in cui non sono mancate esperienze adrenaliniche durante le quali gli equipaggi hanno avuto l’opportunità unica di testare le performance dei propri “bolidi” in due luoghi simbolo dell’automobilismo: l’Autodromo Nazionale di Monza, tempio della velocità per antonomasia, e la Pista di Prova FCA all’interno Circuito di Balocco (VC). La componente sportiva ha messo a dura prova i driver lungo un itinerario impegnativo e articolato che ha toccato location di incomparabile fascino e bellezza, coniugando la regolarità con la voglia di guidare. Un percorso di grande appeal che ha permesso di vivere l’evento respirando uno spirito di competizione sano, riscoprendo anche un modo diverso di condividere la stessa passione.  Una prima tappa da Venezia a Como, risalendo le valli del Trentino e attraversando il Parco Naturale dell’Adamello e il Passo del Tonale, scendendo poi sulle rive dell’incantevole Lago di Como. Il paesaggio lacustre è stato al centro della seconda tappa: dopo una sessione adrenalinica di prove all’Autodromo di Monza, le supercar hanno costeggiato prima il Lago Maggiore e il Lago d’Orta per poi affrontare le prove cronometrate sulla pista FCA di Balocco. Una giornata all’insegna della passione automobilistica culminata dall’arrivo a Torino nel complesso del Lingotto e da una speciale soirée al Museo dell’Automobile. La terza e decisiva tappa ha visto come protagonista il Col della Lombarda, simbolo di uno spettacolare arrivo a quota 2350 metri tra due muri di neve. Dopo lo scollinamento in terra francese le auto hanno poi proseguito verso il Principato di Monaco per il gala dinner conclusivo.
 A trionfare in questa prima edizione l’equipaggio di Davide e Matteo Penitenti su una Mercedes-Benz AMG GTR, seguiti da Orazio Rigo e Anastasia Zanoncelli a bordo di una Porsche 911 e da Ermanno De Angelis e Annunziata Del Gaudio su una Alpine A110. Non sono mancati protagonisti del regolarismo italiano come Giordano Mozzi, alla guida di una Ferrari 458 Spyder, Giuliano Canè al volante di una Porsche 930 Turbo e driver di provata esperienza come Gianmaria Gabbiani a bordo di una Maserati Ghibli. “Siamo particolarmente soddisfatti del grande successo di questa prima edizione del Grand Road: un evento su cui abbiamo creduto fin dall’inizio e che ha dato l’opportunità ai possessori di supercar moderne di godere delle potenzialità e del comfort delle proprie vetture e, allo stesso tempo, delle bellezze del territorio italiano, il tutto in una cornice di hospitality di altissimo livello – hanno commentano i patron del Grand Road: Claudio Rossi, Luca Bergamaschi e Marco Marani. Stiamo già lavorando alla seconda edizione del 2020 che sarà ricca di novità per sorprendere i partecipanti e il pubblico”.