|

Prende il via il progetto biennale "SalviAmo Nettuno"

Data pubblicazione: 08-11-2019
 

Il progetto contribuirà a conservare lo stato di biodiversità, prevenire l’inquinamento degli arenili provocato dai rifiuti abbandonati – in prevalenza plastici – e dal loro sversamento in mare, favorendo lo sviluppo della raccolta differenziata e sensibilizzando alla tutela del mare e dell’ambiente naturale. Per rispondere al rischio individuato, sono previste attività di prevenzione dell’abbandono dei rifiuti da parte delle imbarcazioni da diporto e di pulizia superficiale delle acque mediante natante spazzamare ed imbarcazioni di supporto durante la stagione balneare. Saranno promosse, inoltre, campagne informative e di sensibilizzazione, attività di formazione rivolte soprattutto alle nuove generazioni e alla comunità locale. L’iniziativa intende creare un modello di prevenzione dell’inquinamento marino replicabile anche in altre aree marine protette per la diffusione di buone pratiche a difesa dell’ecosistema marino.«Il progetto SalviAmo Nettuno – dichiara Carmine Esposito, responsabile di Marevivo Delegazione Campania - nasce dalla impellente esigenza di prevenire l’abbandono dei rifiuti in mare. Un fenomeno che è diventato una vera e propria emergenza e che si intensifica nel periodo estivo in aree a maggiore presenza di diportisti. Con questa attività ci occuperemo della raccolta dei rifiuti sia in mare che in spiaggia e del loro corretto smaltimento per preservare un’area marina protetta. Siamo orgogliosi che grazie all’impegno comune con Hester Ambiente siamo riusciti a realizzare questo progetto che ha immediatamente trovato il coinvolgimento degli altri partner e l’entusiastica adesione della AMP Regno di Nettuno».