|

titolo nazionale per Elena D'Esposito

Data pubblicazione: 12-11-2020
 
Elena D'Esposito

+Nonostante la pandemia non sembra recedere, lo sport agonistico, se pur con grande difficoltà, a porte chiuse e nel pieno rispetto dei protocolli sanitari e del Coni, continua a tenere accesa la speranza che prima o poi si possa gradualmente tornare alla normalità, anche se tutto non potrà mai più essere come prima. A Cantalupa (Torino), infatti, si sono disputati i campionati nazionali di specialità ritmica junior e senior della Federazione Ginnastica d’Italia in un clima surreale, senza pubblico e con una partecipazione ridotta di atlete, perdurando il clima di grande incertezza e preoccupazione per il propagarsi del Coronavirus. Dodici le atlete campane che hanno preso parte alla kermesse piemontese fra le quali si sono distinte la senior Elena D’Esposito della Ginnastica Sorrento, che si è laureata campionessa nazionale nella specialità nastro e Simona Zorzetto in forza alla Juvenilia Cava dè Tirreni giunta sul 3° gradino del podio senior alla fune. La ginnasta di Pia Cuomo, con un esercizio di alto contenuto tecnico ed una buona esecuzione, ha surclassato le sue rivali infliggendo loro forti distacchi. Un titolo ampiamente meritato dalla ginnasta sorrentina, frutto della grande forza di volontà e dello spirito di sacrificio, che sono alla base anche del bronzo conquistato dalla ginnasta presentata da Raffaela Cammarota.
Meritano una citazione anche tutte le altre ginnaste campane che non hanno mollato, presentandosi anche loro all’appuntamento torinese, magari con una preparazione non al top, ma con una gran voglia di riprendere le competizioni dopo il lungo lockdown estivo. Elena Marulo e Roberta Asti della Ginnastica Sorrento, Francesca Aversa della Juvenilia Cava dè Tirreni, la coppia della Fortitudo Torre del Greco di Barbara Guarro, Landi/Scognamiglio, e la loro compagna di club Maria Grazia Pia Vitale, Carlotta Regalbuto e Fabiana Grande dell’Anfra Sport Quarto di Marina Cuccurullo, M. Francesca Abbati di Evoluzione Danza Angri di Rositsa Ivanova e Giulia Fristachi della Partenope Napoli di Daniela Della Bruna.

      

ALBERTO  ALOVISI