|

"Caro… Swing" La Festa della nostalgia, la Movida degli swinger

Data pubblicazione: 14-06-2018
 

Il 29 giugno, un tuffo in un lago di storie nel cuore del Lazio.  Trevignano Romano ospiterà la seconda edizione del festival in onore di Renato Carosone. Tra gli ospiti, amici del grande maestro e appassionati del suo genere musicale.  Dopo il grande successo dell’anno scorso, autori e artisti della scena nazionale saranno i protagonisti della seconda edizione di “Caro… swing”, in programma il 29 giugno2018 aTrevignano Romano,in provincia di Roma. La manifestazione, promossa dal Comune di Trevignano Romano,è in onore del grande maestro Renato Carosone che da 17 anni riposa per sempre nel cimitero del paesino adagiato sulle sponde del lago. Mantenendo intatta la filosofia organizzativa, che prevede l’assoluta gratuità per il pubblico della manifestazione, e la distribuzione di gadget-ricordo promozionali, “Caro… swing” da quest’anno si appresta ad essere un’edizione ancora più ricca e coinvolgente.  Unica in Italia, accessibile e completamentegratuita, la manifestazione è organizzata come sempre dall’associazione culturale “A Trevignano Romano”, che promuove eventi raccogliendo le forze civili e imprenditoriali del territorio.Direttore artistico della manifestazione è Gianfranco Venturi (stylist e art director), coadiuvato da Giorgio De Rossi, promoter di lives, story telling, readings, contest e film festival. L’evento si terrà quest’anno nel noto centro del territorio del Parco Naturale di Bracciano e Martignano ricco di storia e tradizione, che accoglie personalità del mondo dello spettacolo, dell’arte, della musicacolta, del ballo e della comunicazione, autori e pubblico, inluoghi di pregio simbolo della propria comunità:piazze, castelli, sagrati, vicoli e corti che diventano teatro di danze, su scenografie di pietra locale o di azzurro lago. Dedicato allo swing in tutte le sue multiformi declinazioni, l’evento è un punto di riferimento imprescindibile per esperti e grande pubblico: un luogo dove godere di una cultura e di una musica immortale.
In sole 2 edizioni il Festival “Caro… swing” è diventato un appuntamento unico nel panorama culturale italiano, un incontro al quale professionisti e amanti del genere non possono mancare. Lo confermano i dati della passata edizione: 2 piazze, tanti ospiti, un pubblico di oltre 3.000 persone, 55 giornalisti accreditati, oltre 30 pagine di rassegna stampa, dirette Rai e dirette streaming dell’evento.
 “Caro… swing”si inserisce nel vasto cartellone dell’offerta culturale estiva del Comune di Trevignano Romano, esi conferma laFesta dei ricordi e la Movida degli swinger, diventando ancor di più una solida piattaforma da cui tuffarsi nelle danze in un lago di storie e di emozioni, fluttuando nostalgicamente nel “ritmo sincopato”, e coinvolgendo giovani e meno giovani in un romantico salto nel tempo.  Nel nome del grande Carosone, gli artisti trasporteranno il pubblico nell’ epoca di speranza, rinascita e ottimismo dell’immediato dopoguerra. Francesca Ciommei è una jazz singer, song-writer ed attrice specializzata nello swing e nel jazz tradizionale degli anni '10 - '30. Si esibisce anche in formazioni totalmente acustiche, come avveniva all'epoca dei ruggenti anni ‘20.Alessandro Russo inizia a suonare la chitarra all'età di 15 anni ed è considerato uno dei migliori chitarristi in Italia in stile “manouche” (DjangoRehinardt). Il duo ha collaborato con: Fabiano (Red) Pellini, Lino Patruno, Carlo Loffredo, Alberico Di Meo, Gianluca Galvani, Renzo Arbore, Riccardo Biseo, Claudio Gregori (Greg). Si è esibitopressoLa Casa Del Jazz, Villa Celimontana, Alexanderpaltz, Auditorium Parco Della Musica, Cotton Club Roma, Gregory's Jazz club, The Place, e nei più noti festival del loro genere musicale.  Oltre a chiari riferimenti ‘carosoniani’ nelle loro incursioni jazzistiche,il celebre duo Swing & Loveci condurrà con ironìa e passionenel mondo del jazz  tradizionale: da Thomas “Fats”Waller a Gershwin seguendo una scaletta di brani che raccontauna storia d'amore dalla suanascita alla sua fine, parlando deitesti e citando piccoli aneddoti sugli autori. Costante interazionecon il pubblico ed una sana dosed'ironia e di spirito d'improv-visazione rendono lo spettacolo “light”: tutto è apparentemente facile, lieve e in equilibrio, in un'atmosfera che mescola allegria ad unaelegante tessitura musicale.  Per le danze, Monia Schietroma con le sue Ginger Sister, si esibirà in raffinate e coinvolgenti coreografie, insegnando i primi passi a chi vuole imparare il ballo del momento.A soli 19 anni il maestro Tony Ventura le dà la possibilità di essere sua assistente e ballerina nello spettacolo “Polvere di stelle” con Maurizio Micheli e Benedicta Broccoli. Con Deborah Masaro ed Elisabetta Ventura lavora per Christian De Sica, al teatro Manzoni di Romacon Matteo Cirillo, Rita Forte e Carlo Alighiero. Insegna nelle più importanti scuole di ballo di Roma (IALS, teatro Golden, Sistina, Artès). E’ assistente coreografa in “Canto perché non so nuotare” di Massimo Ranieri e vince il Pin Up Contest. Organizza eventi vintage in tutt’Italia. La serata retrò continua con: letture di brani in tema, degustazioni di prodotti doc e dop, sfilata di moda d’antàn, acconciature d’epoca, shooting fotografici, mercatino vintage, interviste, esposizione auto e moto antiche,  ritratti.