|

Giornata mondiale del donatore

Data pubblicazione: 13-06-2019
 
Giornata donatore di sangue

Sangue sicuro per tutti: questo lo slogan scelto dall’Oms per la Giornata mondiale del donatore di sangue ed emoderivati 2019 che, come sempre, si celebrerà il 14 giugno. In occasione della ricorrenza l’Avis comprensoriale Napoli1  ha indetto una serie di iniziative tese a celebrare la ricorrenza ma anche per sensibilizzare le istituzioni e i loro rappresentanti e informare la popolazione sulla necessità della donazione di sangue e plasma. Obiettivo, quindi,  quello di è sensibilizzare non solo i cittadini, ma anche i governi e i servizi sanitari affinché adottino politiche di promozione e difesa del dono volontario, non retribuito, periodico, associato, responsabile e anonimo. Valori imprescindibili per garantire sangue ed emoderivati con elevati standard di qualità e sicurezza. Nel corso di una conferenza stampa,  cui hanno preso parte parte  il Presidente  dell’Avis, comprensorio Napoli 1, Raffaele  Di Martino; il direttore del Centro Regionale Sangue, Michele Vacca; Gaspare Leonardi, delegato regionale SIMTI;  il consigliere regionale, componente commissione permanente sanità, Nicola Marrazzo, sono state illustrate le iniziative promosse dall’Avis Napoli 1 in occasione della giornata del 14 giugno. In largo  Enrico Berlinguer, all’altezza di via Toledo, sarà presente un’autoemoteca dove sarà possibile donare il sangue.  Sarà  distribuito anche  materiale informativo relativo  alla donazione del sangue . Dirigenti sanitari dell’Avis forniranno notizie utili per coloro che si accingono per la prima volta alla donazione.
Per promuovere la cultura della donazione è stato anche realizzato uno spot pubblicitario a cura di un noto artista.
Alla giornata sono stati invitati rappresentanti delle istituzioni, del mondo dello spettacolo, del giornalismo, dello sport.
Nel corso della conferenza stampa è stato evidenziato il grave problema della carenza di sangue negli ospedali. Una carenza che si evidenzia maggiormente nei periodi estivi quando diminuisce il numero delle donazioni.
Un invito è stato rivolto ai rappresentanti delle istituzioni  affinchè  elaborino una serie di iniziative tese a favorire la donazione onde evitare di rivolgersi ad altre regioni per sopperire alla carenza di sangue.