|

COVID, LETTA: ISTITUZIONI RAFFORZATE, HANNO AVUTO RIVINCITA

Data pubblicazione: 28-05-2021
 

Riannodare il legame tra politica e società rafforzando le istituzioni è fondamentale per vincere la sfida del post Covid. E’ il messaggio che arriva dall’incontro sulle istituzioni e sulla loro risposta alla pandemia da COVID-19 di cui sono stati protagonisti il segretario del Pd Enrico Letta e il filosofo Roberto Esposito, docente della “Normale” di Pisa al quinto incontro di PolìMiNa (Politica Milano-Napoli), il momento di formazione diretto a giovani tra i 18 ed i 33 anni di Napoli e Milano lanciato dalla Fondazione Salvatore, i cui corsi inizieranno il prossimo 25 settembre, come comunicato dal presidente della Fondazione, Marco Salvatore che ha introdotto i lavori.
“Bisogna riannodare il legame tra teoria e politica in una stagione schiacciata ogni giorno sull'emergenza. Che politica e idee possano ritrovare un punto di incontro è un segnale molto incoraggiante”, ha detto Esposito sottolineando “la necessità di un nuovo pensiero serio. Le istituzioni sono un filtro necessario tra cittadini e politica. Mai come ora serve ricostruire il rapporto tra istituzioni e cittadini. Come avremmo fatto in questo anno e mezzo se non avessimo avuto istituzioni che comunque hanno retto lo scontro con la malattia?”
Enrico Letta ha concordato: “Per 15 mesi la storia e la vita si sono fermate. Se avessimo avuto una società con istituzioni deboli saremmo andati al disastro. La pandemia ha rafforzato le istituzioni e ha portato ad una loro rivincita: sono tornate forti, importanti perchè tutti siamo stati costretti a vivere limitazioni della nostra vita necessarie per un bene collettivo e superiore che solo le istituzioni potevano gestire. Alla fine, il nostro mondo è uscito più forte non solo in termini di funzionamento delle istituzioni ma nella consapevolezza che essa non può limitarsi allo Stato sovrano. Dopo anni in cui il sovranismo aveva portato forza alle bandiere nazionaliste, la risposta alla pandemia ha riportato in auge la dimensione europea che ha avuto una risposta ben più forte di quella, disastrosa, cui assistemmo con la crisi finanziaria”.
Dal segretario Pd anche un pensiero sulla digitalizzazione: “Il digitale va seguito, ma governandolo. La pandemia ha imposto in pochi mesi accelerazioni che normalmente avrebbero impiegato decenni. La sfida della istituzione oggi è, dunque, forse ancora più forte, per creare il modo della composizione dei conflitti”.
A poche ore dall'accordo nel centrosinistra su Gaetano Manfredi quale candidato a sindaco di Napoli, ecco il primo commento di Letta a PolìMiNa: “E’ una bellissima giornata per Napoli, dopo tanto tempo di fatica politica, piena di prospettive interessanti e importanti. Sono un grande tifoso di Manfredi, credo che sarà un grande sindaco, il sindaco della ricostruzione di Napoli, mentre si ricostruisce l’Italia. Il patto per Napoli è molto importante, sono contento di averlo fatto con Conte e Speranza”.