|

IL CAMPIONATO NAZIONALE GOLD DI GINNASTICA AEROBICA

Data pubblicazione: 17-05-2018
 
Palasport

A Monte di Procida si è tenuto il Campionato Nazionale Gold di Ginnastica Aerobica. Sul parquet del Palazzetto dello sport si sono alternati atleti di ogni parte d’Italia, di tutte le età. Società sportive liguri, lombarde, di Latina e Porto Sant’Elpidio hanno sfidato atleti provenienti da Francavilla Fontana (Br), Macerata, Valenza Po (Al). Con movimenti velocissimi, salti e spaccate, si sono esibiti i ginnasti pugliesi, quelli del VII Cerchio di San Giorgio a Cremano, una società della Sardegna, altre di Sambughé (Tv), Benevento, siciliane, lo Sport Insieme di Lodi, Palestra Together A.S.D. di Pescara e i padroni di casa della Chige A.S.D. Sotto una musica assordante hanno danzato le ragazze di Ostuni e l’Aerobic Fusion di Lodi. Ma tante altre società hanno partecipato a questo campionato - evento organizzato alla perfezione dal coach Giorgio Illiano, il quale è riuscito a mettere insieme tante realtà geograficamente distanti ma avvicinate dallo sport. I loro body erano coloratissimi, alcuni con dettagli di strass che la luce dei riflettori ha fatto risaltare, ma sono stati i movimenti, la forza atletica, le spaccate e le capriole che hanno dato allo spettatore l’impressione di essere proiettato in un caleidoscopio.Non c’è che dire: questa specialità della ginnastica dovrebbe essere messa più in evidenza!
Per avere un’idea di come si sta muovendo in proposito la Federazione chiediamo al Vice Presidente Nazionale della  Federginnastica a Napoli, il dr. Rosario Pitton.
- Presidente, cosa sta facendo la F.I.G. (Federazione italiana ginnastica) per far conoscere questa disciplina?
“Intanto diciamo che come direttivo Nazionale abbiamo abbassato le quote di affiliazione delle società per il tesseramento, per facilitare anche economicamente le realtà in difficoltà dal punto di vista economico. Organizziamo poi dei grandi eventi sparsi sul territorio nazionale come per esempio questo, ma la Campania non ha una tradizione come la Lombardia e il Lazio che sono le due regioni che hanno storicamente avuto campioni olimpici. Queste iniziative promuovono l’attività e spingono al confronto, perché questo è un campionato italiano. Infatti i nostri atleti come i ragazzi della Chige, e a Monte di Procida c’è anche la realtà del “California Center” e altre realtà sull’area flegrea si stanno facendo valere. Il problema è che la ginnastica aerobica non è una disciplina olimpica. Io mi sto battendo per raggiungere questo risultato ma il C.I.O. (Comitato Internazionale Olimpico) assegna ad ogni federazione un certo numero di medaglie nelle Olimpiadi, per cui non è possibile avere sperequazione di titoli da assegnare tra le tutte federazioni sportive. La nostra federazione già è rappresentata dalla ginnastica artistica maschile, la ginnastica artistica femminile, quella ritmica e il trampolino elastico, per un totale di quindici medaglie tra le specialità. Il C.I.O. allora vorrebbe che noi lasciassimo spazio alla ginnastica aerobica ma perdendo una disciplina di quelle citate, e questo ovviamente non conviene,poiché nessuno vuole cedere il suo posto”.
Speriamo allora che presto la ginnastica aerobica si faccia spazio tra le altre discipline cosicché possiamo ammirare questi ragazzi e tifare per loro per una medaglia olimpica.

Gerardo Moretta