|

UN CRESCENDO PER LA GINNASTICA ALLE UNIVERSIADI DI NAPOLI

Data pubblicazione: 08-07-2019
 
Ferlito sul podio

E’ stato un crescendo quello della Federazione Ginnastica d’Italia nell’Universiade in programma a Napoli dal 3 al 14 luglio, nello splendido PalaVesuvio rimesso a nuovo per l’occasione. Dopo il 4° posto della squadra maschile, composta da Andrea Russo, Stefano Patron e Marco Sarrugerio guidata da Paolo Pedrotti, è stata la squadra femminile a salire per prima sul podio mettendo al collo una medaglia di bronzo storica per la Ginnastica Artistica femminile. Carlotta Ferlito, Lara Mori e Martina Rizzelli, guidate da Stefania Bucci, hanno fatto issare il tricolore sul pennone dell’impianto partenopeo, per la gioia del folto e caloroso pubblico napoletano presente sugli spalti. Ma sono state le finali di specialità femminili ad infiammare quello che è divenuto in questi giorni il “Palaginnastica”, sfiorando ripetutamente il sold out. Medaglia d’argento per Lara Mori alla trave e medaglia d’oro al corpo libero per Carlotta Ferlito, salita sul gradino più alto del podio nella 30^ edizione dei Giochi Mondiali Universitari in un tripudio di bandiere tricolori. « Quella della Ginnastica è stata una grande risposta a quanti hanno creduto nella realizzazione nell’Universiade a Napoli - ha dichiarato il Vice Presidente federale e Capodelegazione FGI al PalaVesusio, Rosario Pitton – il folto pubblico presente e le tre medaglie ripagano la Federginnastica degli sforzi compiuti nella ricorrenza del 150° anniversario della sua fondazione, e ripagano il gruppo operativo coordinato dalla Competition Manager Cristina Casentini. Inoltre, è stata la dimostrazione che a Napoli tutto è possibile se si attuano le giuste sinergie, viva l’Universiade, viva la Ginnastica – ha concluso Pitton.   

ALBERTO  ALOVISI