|

Chiarimenti in merito agli ultimi provvedimenti di Governo e Regione Campania

Data pubblicazione: 11-03-2020
 

 Con riferimento agli ultimi provvedimenti di Governo e Regione e agli interrogativi posti a questo assessorato da categorie commerciali, imprenditori e singoli esercenti è opportuno precisare quanto segue.
Le attività di barbiere, parrucchiere e centri estetici sono sospese su tutto il territorio regionale e, di conseguenza, comunale. I bar e i ristoranti dovranno svolgere la propria attività esclusivamente dalle ore 6 alle ore 18. Successivamente sarà consentita esclusivamente la consegna a domicilio. Tutti le altre attività commerciali e artigianali in sede fissa, non alimentari ed alimentari, compresi i take-away, i panifici, le pasticcerie, le gelaterie e le cornetterie, pur non dovendo osservare limitazioni orarie, dovranno comunque far rispettare la distanza di 1 metro tra gli avventori, pena sospensione e chiusura dell’attività.
Le medie e grandi strutture di vendita e le attività presenti nei centri commerciali e nei mercati rionali sono chiuse nei giorni festivi e prefestivi, tranne nel caso di farmacie, parafarmacie e negozi alimentari. Le medie e grandi strutture di vendita, i centri commerciali e i mercati rionali restano aperti nei giorni feriali. Corre tuttavia anche per gli operatori di tale fattispecie commerciale l’obbligo di far rispettare la distanza di 1 metro tra gli avventori, pena sospensione e chiusura dell’attività.
“In un momento delicato per la salute e l’economia della nostra città – dichiara l’assessora al Commercio Rosaria Galiero – dobbiamo fare il massimo per contemperare l’esigenza delle famiglie napoletane di approvvigionarsi, di generi alimentari e non, con quella di garantire che il contagio del COVID-19 non si diffonda. Ringraziamo i nostri artigiani, imprenditori e commercianti per l’enorme sacrificio che stanno sostenendo e li rassicuriamo che il Comune di Napoli si è attivato presso Regione e Governo allo scopo di ottenere sostegni economici, contributi e sgravi fiscali. Uniti e responsabili, vinceremo anche questa battaglia”.