|

Teatro della Contraddizione: Danza alla Rovescia Insurrezione fisica

Data pubblicazione: 07-04-2021
 
Danza alla rovescia

Danza alla Rovescia è una indagine sul rapporto di conoscenza tra noi e il mondo che ci circonda, in un confronto continuo tra la vita e il pensiero della vita. In un labirinto di rapporti,  in cui oggetto e soggetto, forma e significato, corpo e anima, vengono rimessi in discussione e alla destrutturazione del corpo si affianca anche quella del linguaggio di “senso logico”, a favore di una comunicazione basata su percezioni fisiche ed emotive.È poesia dello spazio, del corpo e del suono che vibra leggera e potente nel cuore dello spettatore senza bisogno del senso che rimane sospeso tra gesto e pensiero.Ispirato all’opera di Antonin Artaud, il lavoro di drammaturgia e tutta la scrittura di scena (testo e fisicità) sono nati da studi d'improvvisazione proposti dal regista e tradotti fisicamente nello spazio dalla creatività dell'attrice, che si muove nello spazio onirico e allucinato del mondo poetico di Artaud, in un luogo che ci ricorda, forse, la stanza del manicomio di Rodez dove Artaud è stato segregato, ma anche la stanza di Van Gogh, le camere d’albergo di Rimbaud e Verlaine, o un qualsiasi altro luogo dove un’anima sola combatte gli spettri della propria esistenza. Allo spettacolo il compito di portare lo spettatore, non dove dobbiamo ancora una volta capire, ma dove possiamo percepire l'invisibile, intuire quello che sta al di là di ogni esperienza già vissuta o già pensata, al di là del ricordo e del pregiudizio.

uno spettacolo di Gaddo Bagnoli - con Claudia Franceschetti
musiche di Sebastiano Bon e Francesco Canavese - costumi di Ilaria Parente
realizzazione scenografica di Andrea Cavarra - foto Margherita Busacca

Costo d'accesso €7,00
Infoline diretta@teatrodellacontraddizione.it
Telefono: 02 5462155

Teatro della Contraddizione
Via della Braida, 6 - Milano