|

LA BOCCA DI DAMA SALATA DI SUSANNA PEPE

Data pubblicazione: 07-04-2020
 

Dopo il successo del rustico dolce l’imprenditrice Susanna Pepe inventa la Bocca di Dama salata: una sfida tutta golosa e salentina al coronavirus. Finalmente una notizia positiva. I piedi sono fermi, ma la mente viaggia e continua ad esprimersi in tuttala sua creatività. Adesso la dolce Bocca di dama, principessa della pasticceria salentina, nata nei Conventi, è diventata salata. Anzi, pure leggermente piccantina. E se per il rustico dolce il motto era: “Io ce l’ho dolce”, ora per la bocca di dama salata il nuovo slogan è “Felice di essere piccante”. Sì, piccante e frizzantina come Susanna Pepe, titolare della Masseria Ficazzana, che ha da sempre avuto voglia di rompere con gli schemi e dare via libera alla creatività che caratterizza la sua arte. Dice Susanna Pepe: “In questo periodo in cui tutto è fermo e l’unico passatempo è diventata, un po’ per tutti, la cucina, io, che ho fatto della cucina e in particolar mondo della pasticceria la mia passione e la mia professione, non mi sono abbattuta e, a furia di sperimentare ricette nuove, ho inventato la Bocca di dama salata”. Ma come è fatta questa nuova prelibatezza? “Il procedimento utilizzato è lo stesso che si usa per preparare la Bocca di dama dolce, ma nella versione salata. Ho ricreato un savoiardo salato con peperoncino e semi di papavero, crema pasticciera salata con pomodori secchi, il tutto avvolto in una glassa al pecorino e, come ciliegina sulla Bocca di Dama è… un bel pomodorino rosso ciliegino. Questa nuova Bocca di dama non profuma di vaniglia, ma di sole del Salento, di pomodorini secchi stesi al sole ed essenze della macchia mediterranea”. Per ora, Susanna Pepe ha sfornato pochissimi esemplari, ma vi è già tantissima richiesta. E cresce la curiosità. Le Bocche di dama salate, assieme agli altri prodotti firmati Masseria Ficazzana, si potranno trovare, surgelate, nei supermercati e nei punti vendita di eccellenze enogastronomiche oppure possono essere ordinate on line sul sito www.masseriaficazzana.it e arriveranno direttamente a casa e sulla pagina FB Masseria Ficazzana. I prodotti sono igienicamente sicuri, perché, dopo essere stati preparati artigianalmente, vengono abbattuti conservando tutte le loro proprietà nutritive. Quando arrivano a destinazione, vanno solo scongelati e messi per alcuni minuti nel forno caldo. Sprigioneranno subito tutti i loro profumi e sarà una gioia per il palato e per il cuore, che vi farà viaggiare lontano fino al Salento. Masseria Ficazzana è infine un importante giardino botanico. I ricercatoridell’Università del Salento coltivano e studiano ben 37 varietà di fichi, assieme alla pera selvatica, un frutto tipico che rischia di estinguersi. E dai frutteti che circondano la Masseria nascono anche altri fragranti prodotti, molto apprezzati dal mercato. Accanto al rustico dolce e salato con la Bocca di dama salata e piccantina, c’è la linea dei Soffici: Fica Regina con bianca confettura di fragole, cacao, crema di latte e bianca crema al cioccolato, Fica Morettina, con mela e cannella, carota e mandorla, pera e gocce di cioccolato, Fica Paccia con mela e cannella, cioccolato e pera. E poi ci sono i semifreddi: Fica Rosa con arancia e cioccolato, mascarpone e ciliegia, limoncello e mandorla, Fica della Monaca con frutti rossi, ricotta e cupeta (croccante alle mandorle) e Fica della Signura con mascarpone e caffè, pistacchio, albicocca e amaretto. Ed è un tripudio di bontà a portata di mouse.