|

ANCHE LE AZIENDE ALBERGHIERE ITALIANE DEVONO FARE LA LORO PARTE

Data pubblicazione: 08-01-2021
 

E' indubbio che il Covid-19 abbia messo a dura prova le aziende alberghiere italiane, probabilmente il turismo è stato il settore economico più colpito e le aziende del comparto hanno visto azzerare il proprio fatturato; molto si è detto di quanto il Governo debba fare a sostegno del settore con aiuti che non siano " una tantum " ma permettano alle aziende di arrivare integre alla ripresa; preservarle infatti significa avere uno strumento su cui impostare politiche anche occupzionali e di sviluppo. Tuttavia, afferma Roberto Necci Chairman di Investhotel Capital Partners che si occupa di investimenti e consulenza alberghiera e Chairman della Necci Hotels , anche le azienda debbono cambiare alcuni modelli gestionali che non erano idonei prima della crisi e che non saranno in grado di tenere il mercato neanche in presenza di una ripresa visto che le dinamiche del futuro dovranno essere gestite con una precisa logica manageriale e non più di tipo padronale; purtroppo continua Roberto Necci alcune logiche gestionali alberghiere appartengono al secolo scorso dove alcune proprietà consideravano l'azienda una casa, la meritocrazia era inesistente e le risorse migliori non riuscivano ad essere valorizzate; abbiamo degli esempi che la stessa mentalità della proprietà condizionava la competizione aziendale, ovvero quello che non era comprensibile per il vertice non veniva colto, in questi casi continua Roberto Necci è come guidare una macchina con il freno a mano tirato. Speriamo - dichiara Necci - che anche le aziende del nostro settore capiscano l'importanza di innesti professionali e manageriali, la necessità di adottare processi di analisi accurati che dovranno essere alla base delle scelte aziendale, confido che i sistemi di rilevazione del mercato come pure i sistemi di analisi dei risultati diventino uno standard; purtroppo chi non riuscirà ad adeguarsi sparirà dal mercato ed il Covid ha solo accelerato questo processo.
Abbiamo continua Roberto Necci , creato un vademecum dell'azienda alberghiera del futuro e lo abbiamo reso disponibile e ci rendiamo disponibili a dettagliarlo nei contenuti;
La gestione alberghiera alla ripresa dovrà essere impostata con precise linee guida.
Qui il nostro contributo
Linee guida dell'hotel post Covid
- Rigido sistema di controllo di gestione con controllo periodico dei risultati con analisi degli scostamenti.
- Evidenza di Ebitda, GoP, incidenza dei costi dei vari reparti e funzioni sul fatturato generale.
- Impostazione modelli Usoa uniform system of accounts
- Implementazione dei sistemi di analisi comparative su consolidati tariffari ( Str,H-benchmark etc) identificando reali potenzialità tariffarie,segmenti e percentuali occupazionali.
- Determinazione del corretto piano di marketing e corretto posizionamento commerciale
- Impostazione del miglior modello organizzativo interno. Valorizzazione delle migliori risorse, creazione del miglior clima aziendale e senso di appartenenza all'azienda. Particolare attenzione ai luoghi di lavoro.
- Valutazione delle risorse in funzione della produttività e del costo aziendale.
- Impostazione di programmi costanti di formazione per il personale in funzione dei processi aziendali
- Implementazione di sistemi di Crm per processi di fidelizzazione della clientela e relativa profilazione.
- Spunti da usare per la modifica del sistema organizzativo.
- Costante analisi del bilancio di esercizio e dialogo costante con i datori di capitale e gli altri stakeholder.
- Valorizzazione delle singole poste con attenzione alle immateriali
-  Esplorazione di tutte le possibilità di ricavo: rooms, fb, bar, palestre, shop, spazi di lavoro, spazi temporanei, mostre ed eventi. L'azienda albergo si apre alla città. Operazioni di comarketing costanti.