|

L'AVANZO UN VIAGGIO NELLE SOLITUDINI DI UN QUARTIERE

Data pubblicazione: 16-12-2021
 
Tempio

Il 22 e il 23 dicembre debutta, presso il Teatro Out Off, L’Avanzo, progetto multimediale realizzato in collaborazione con il collettivo di danza Tempio Daylight. La vita vicino a casa, la conoscenza del quartiere e dei suoi abitanti è uno dei lasciti positivi della pandemia. Dalla riflessione sull’importanza della prossimità di quartiere nasce questo progetto legato al territorio, in collaborazione con il Tempio del Futuro *Perduto, un centro culturale e sociale molto attivo nella zona limitrofa al Teatro Out Off. La rilettura del racconto La tana di Franz Kafka e la visione della rappresentazione teatrale di Roberto Trifirò,Confessioni di un roditore, sono gli strumenti per avvicinarsi con discrezione alle case, alle solitudini, ai rifugi che sono stati abitati durante i periodi di chiusura e isolamento dovuti all’emergenza sanitaria Covid-19.
Non corromperanno le stelle! / Quelle che son leggi umane / nulla valgono a chi ama.Umanità ancora si riunisce e l’incubo svanisce: / anche chi ha chiuso gli occhi nel sonno sogna!Stefano Ghidetti
Da un ascolto di testimonianze nasce un lavoro nuovo, scritto e creato partendo dalla vostra voce. Da un po’ di tempo abbiamo iniziato a dialogare con voi sui temi del lavoro, dell’amore e della fede. Queste sfere, alla luce di un anno e mezzo così particolare, hanno assunto sapori e colori per ognunƏ diversi, stimolando in noi la voglia di fantasticare sulle risposte. Com’è l’amore ai tempi della pandemia? Quali nuove forme di attaccamento abbiamo sviluppato nei confronti del lavoro, dei soldi? E poi, siamo ancora in grado di pregare? Dove sono volati i nostri pensieri quando eravamo costretti nelle nostre case?
Dopo esserci immersi nelle tane, svelate da un campione di persone intervistate nel Municipio 8 di Milano, oggi la scena si riempie di visioni che parlano di voi. E, forse, di ognuno di noi.
Il Tempio del Futuro *Perduto è un centro culturale attivo a Milano dal gennaio del 2018 e co-gestito da diverse associazioni e collettivi, prevalentemente under 35. Nasce con l’intento di unire la produzione culturale e artistica, alla riqualificazione dello stabile, che fino al 2018 era lasciato in stato di abbandono e degrado.
Il Tempio si è fatto promotore di numerosi progetti sociali, con una particolare attenzione alla marginalità, ricordiamo tra tutti i “Muro della Gentilezza”. Attraverso il meccanismo del “dono” di indumenti, libri, giocattoli, prodotti per l’igiene quotidiana si è costruita una rete tra coloro che portano in dono e coloro che per necessità chiedono. Il Tempio ospita numerosi progetti sociali, corsi di musica, Yoga ed esposizioni.Il Tempio del Futuro *Perduto, via Luigi Nono 5/7, Milano

Per prenotare:
0234532140 lunedì ore 10 > 18 e martedì > venerdì ore 10 > 20 sabato ore 16 >20
Ritiro biglietti Uffici via Principe Eugenio 22. Lunedì > venerdì ore 11 > 13;
Botteghino del teatro, via Mac Mahon 16 da martedì a venerdì 1 ora prima dello spettacolo, sabato h 16 >20, domenica h 15 >17