|

Ginnastica, fine di un incubo, riapre lo Stadio Collana

Data pubblicazione: 19-12-2019
 
ginnastica stadio collana

Dopo tre anni, ha finalmente riaperto i battenti lo Stadio Collana, uno dei simboli più prestigiosi dello sport napoletano, anche se si tratta di una riapertura parziale e limitata ad alcune discipline sportive. A tagliare il nastro in cima alle scale dell’ingresso di via Ribera sono stati il Presidente del Coni Sergio Roncelli, il Vicepresidente nazionale della Federazione Ginnastica d’Italia, Rosario Pitton, e l’Amministratore Delegato della società Giano, Gennaro Ferrara, tra l’incredulità dei cittadini vomeresi di passaggio. Affollata la palestra di ginnastica utilizzata nella circostanza per la conferenza stampa dell’evento. Presenti campioni del passato, Patrizio Oliva, Sante Marsili, Fabio Cannavaro, e di oggi, Luca Curatoli, oltre a tanti atleti, tecnici, dirigenti e giornalisti. «Ringrazio gli sportivi ma anche e soprattutto gli operai, i muratori e gli elettricisti, grazie ai quali abbiamo potuto rispettare gli impegni assunti nei confronti della Regione Campania - ha dichiarato il costruttore Paolo Pagliara assicurando - a gennaio inizieranno le attività sportive». «Come presidente del Coni Campania, la mia massima soddisfazione è che tutte le strutture sportive funzionino pienamente e, sicuramente, la riapertura del Collana è per il mondo dello sport una buona notizia – ha dichiarato Sergio Roncelli - Conosco e comprendo le aspettative delle 23 società che hanno operato per decenni al Collana, scrivendo la storia dello sport napoletano e che desiderano ritornare nella struttura. So quanto hanno fatto e quanto possono fare ancora. Per questo chiedo alla Giano e a tutte le istituzioni coinvolte di assicurare il loro rientro nel Collana» ha concluso Roncelli. Particolarmente emozionato, nel prendere la parola, Rosario Pitton «Il Presidente della Federazione Ginnastica d’Italia, cav. Gherardo Tecchi, mi ha delegato nell’occasione anche perché proprio in questa palestra, dal 1970 per diversi anni, ho insegnato ginnastica. Tra i miei allievi c’erano Monica Degli Uberti e Alberto Savarese, i due tecnici che riprenderanno a gennaio l’attività sportiva in questi locali, e che hanno portato in alto Napoli e la Campania, vincendo un titolo nazionale e conquistando la promozione della squadra femminile in serie B nazionale, allenandosi in altre palestre che gentilmente hanno dato loro ospitalità. La ginnastica, l’atletica, le arti marziali e tutte le altre discipline che potranno essere praticate nello stadio vomerese, escono da un coma profondo durato tre anni, si torna a vivere, viva lo sport e auguri a tutti di buon anno» ha concluso il Vicepresidente federale. Gli ha fatto eco il Presidente regionale, Aldo Castaldo, che, dopo aver ricordato le sue prime gare in quella stessa palestra, ha fatto consegnare da Gennaro Ferrara la benemerenza del 150° della Federazione a Monica Degli Uberti e Alberto Savarese.

 

ALBERTO  ALOVISI