|

PREMIO "REMIGIO PAONE"

Data pubblicazione: 13-01-2020
 
Prof.Santini

Quest’anno il Premio ha cambiato volto e si proietta decisamente in un contesto di respiro nazionale, lo spessore dei Premiati ne è testimonianza inequivocabile e volge lo sguardo non solo verso il mondo dell’Arte e dello Spettacolo, ma anche verso la Ricerca Scientifica, la Cultura, l’Imprenditoria e l’Impegno Sociale. Il Premio “REMIGIO PAONE” del celebrato Produttore e Regista di Spettacoli e Riviste, che si rifacevano alle migliori esperienze Europee ed Americane.
Gaetano Cerrito, noto Personaggio dello Spettacolo nel Sud, è il Direttore Artistico, il Presidente della Giuria è Luigi Caramiello, la Produzione è dell’Associazione “La Magica” Presieduta da Augusto Ciccolella.
Tra i tanti prestigiosi Premiati: “Sezione Cultura, Cinema, Teatro e Tv e Sociale”, Enrica Bonaccorti, Roberta Bruzzone, Martine Brochard, Daniela Poggi, Maria Rita Parsi, Andrea Roncato, Massimiliano Gallo, Francesco Di Leva, per la sezione “Impegno Sociale” Maria Luisa Iavarone, per la “sezione Medicina e Ricerca” il Nefrologo di fama mondiale Giuseppe Remuzzi, Direttore dell’Istituto Mario Negri di Milano e per la chirurgia il Prof Luigi Santini, Direttore di Chirurgia Generale al Policlinico di Napoli. Il Premio Speciale di quest’anno, va ai lavoratori della Whirpool di Napoli, assurti a simbolo di lotta e di speranza, per il riscatto del lavoro di questa “altra Italia” e dell’Italia intera. Nel corso della giornata del Premio “Remigio Paone”, tutti i Premiati saranno accolti alle ore 18:00, mentre alle ore 19:00 l’Angolo della Cultura, con le pubblicazioni di diversi premiati, alle 20:00 avrà inizio il Gran Galà di Premiazione. La location dell’Evento è il Grande Albergo Miramare di Formia.
Prof. Luigi Santini MEDICINA E CHIRURGIA
Direttore di Chirurgia Generale presso il Policlinico dell'Università della Campania "Luigi Vanvitelli. Autore di 350 pubblicazioni su riviste internazionali e da ulteriori contributi su riviste nazionali e su Atti di Congressi nazionali.

 

ALBERTO   ALOVISI