|

Spari contro il bene confiscato ad Afragola

Data pubblicazione: 05-10-2020
 
spari bene confiscato

"Ventuno colpi di pistola sparati a salve all'ingresso della Masseria Antonio Esposito Ferraioli, un bene confiscato alla camorra di Afragola. Un episodio gravissimo di intimidazione che si aggiunge a tanti altri avvenuti di recente. Accompagnati dai responsabili dell'associazione che gestisce il bene confiscato, ci siamo resi conto dei fatti insieme al presidente e al segretario del PD di Napoli, Paolo Mancuso e Marco Sarracino, per esprimere innanzitutto la nostra solidarietà e vicinanza. Troppi interessi oscuri si muovono attorno Masseria Antonio Esposito Ferraioli, fanno gola i 120mila metri quadri di terreno agricolo e in particolari alcuni lotti strategici. Con altri parlamentari depositeremo un'interrogazione urgente rivolta al ministro dell'Interno e chiederemo un incontro al sindaco di Afragola. Progetti e soldi dei Pon stanziati che si perdono per anomale inerzie della burocrazia. Su quel bene anche l'amministrazione comunale deve dare segnali inequivocabili. Parlando con i responsabili dell'associazione abbiamo colto il loro disagio di fronte alle continua minacce: danneggiamenti, cancelli divelti, sversamento dei rifiuti, ritrovamento di carcasse di auto davanti alla Masseria, furti di attrezzi agricoli. Questa è una battaglia che diventa prioritaria per noi". Lo dichiara il senatore Sandro Ruotolo del Gruppo Misto recatosi nel.primo pomeriggio presso il bene confiscato.