|

UNITI SI VINCE

Data pubblicazione: 07-10-2020
 

Mentre immarcescibili caricature di “Jerry Lewis” ci raccontano le solite, vecchie barzellette dal contenuto messianico – a cui però nessuno crede più – il movimento pugilistico italiano e la Federazione stanno compiendo qualcosa di straordinario. Nonostante le numerose restrizioni imposte dal COVID 19, l’attività pugilistica prosegue senza sosta, in virtù della determinazione e della forza degli addetti ai lavori (società, tecnici, arbitri, commissari di riunione e medici) e dell’intera struttura federale. Dal fatidico mese di marzo, in cui fu sospesa l’attività sportiva, il Presidente Lai e la sua squadra di governo hanno agito senza tentennamenti, elaborando una vincente strategia di supporto al movimento pugilistico che ha previsto, fino ad oggi, un ingente impegno di risorse economiche pari a circa 1.600.000,00 euro di cui  700.000,00 euro erogati direttamente alle società.
Tali risorse hanno permesso di riavviare l’attività pugilistica che - malgrado le mille difficoltà conseguenti alla pandemia – registra dati più che soddisfacenti, evidenziando l’ottimo lavoro svolto dalle palestre e dalla F.P.I.
Accanto alle 132 riunioni (Pro ed Aob) messe in piedi dalle società – che hanno fatto combattere centinaia di pugili nelle diverse parti d’Italia – i Campionati italiani, programmati e sostenuti dalla Federazione, si stanno rilevando un ottimo viatico per rilanciare l’attività agonistica.  
La prima storica edizione dei Campionati italiani femminili di categoria ha visto la partecipazione di ben 120 atlete a cui si aggiungono i circa 200 atleti che parteciperanno alle fasi finali dei prossimi Campionati italiani maschili di categoria. Peraltro, non dimentichiamoci le fasi regionali di tali Campionati che hanno visto l’abbondante presenza di atleti, soprattutto nelle grandi e medie Regioni.
Per quanto concerne il Settore Pro, vorrei rammentare che in virtù del prezioso ausilio della Società Artmediasport, la Federazione Pugilistica Italiana è una delle poche ad aver occupato importanti spazi televisivi, anche in periodo di COVID 19.
In particolare, degli 8 eventi Pro titolati, 4 (3 Campionati Italiani ed 1 Titolo Int. IBF) sono stati trasmessi, nell’arco di soli tre mesi, su RaiSport. Mi sembra doveroso sottolineare che nel corrente anno, il Settore Pro ha potuto beneficiare di circa 250.000,00 Euro di sostegno all’intera attività.
In prospettiva, la Federazione sta pianificando un percorso che potrebbe portare, dal 2021, gli incontri Pro titolati anche su Sky ed Eurosport.
Nel frattempo, il Presidente Lai e la sua squadra di governo stanno studiando come fornire un ulteriore sostegno economico alle società, che dovrebbe vedere la luce nel prossimo mese di novembre, periodo i cui si svolgeranno le fasi regionali dei Campionati italiani assoluti propedeutici alla fase finale di dicembre p.v.
Il lavoro serio ripaga sempre.

Il Vice Presidente Vicario
Flavio D'Ambrosi