|

Chocolate Explosion a Snodo alle OGR di Torino

Data pubblicazione: 25-11-2021
 

Nel pomeriggio del mercoledì 8 dicembre, Festa dell’Immacolata, a Snodo, presso le OGR di corso Castelfidardo 22 a Torino, ci sarà una “Chocolate Explosion” che non vi farà rimpiangere “Cioccola-Tò”, che quest’anno non si svolgerà.
Con noi saranno “on stage” due grandi produttori di cioccolato: un’azienda storica che proprio alle OGR ha recentemente festeggiato i 140 anni, la Venchi, con il suo direttore creativo GB  Mantelli, e il Maestro del Gusto artigiano, nota star televisiva, Guido Castagna, che ci illustreranno – con una esperienza unica – i segreti della lavorazione di praline e gianduiotti. La “full immersion” incomincerà alle ore 19:00, con la storia dell’arrivo a Torino, in Casa Savoia, del “segreto spagnolo”, per giungere alle creazioni di Riccardo Gualino cioccolatiere con la UNICA, poi Venchi-Unica e Venchi. E potrete vedere e conoscere da vicino i quattro tipi di Cibo degli Dei: bianco, al latte, fondente e gianduia. Sapete quale di queste qualità è nata a Torino?
Si può acquistare il ticket (60 €, con un semplice clic sul link qui sotto) che comprende le degustazioni di cioccolato, l’aperitvo con gli appetizer e la cena preparata dagli chef di Snodo Andrea Fasano e Piero Rainone (pastry chef) con la chef stellata Mariangela Susigan (ristorante Gardenia di Caluso, To, anche “Stella Verde” Michelin) come mentore.
Due giovani “donne del vino”, Giovanna Garesio di Garesio Vini (Serralunga d’Alba, Cn) e Francesca Bava (Cocchi di Cocconato, At) racconteranno i calici offerti dalle loro cantine, in abbinamento alle portate del menu: Alta Langa, Nizza, Barolo e Vermouth di Torino.
E per le famiglie (bambini gratis), mentre nel cortile delle OGR si accenderà l’albero di Natale, ci sarà una festa al cioccolato: dalle 16:30, per un’ora, si potrà vivere l’esperienza della “Social Spread”, una sorta di grande spalmata nello spazio del famoso “social table” di Snodo, lungo 70 metri: racconteremo perché siamo debitori a  Napoleone Bonaparte per la nascita del primo cioccolatino incartato al mondo e delle creme da spalmare alla nocciole. Si degusteranno gli assaggi preparati dagli chef di Snodo (costo 15 €, bambini gratuiti).
 E non dimenticate gli appuntamenti per il #NocciolaDay del 12 dicembre: quest’anno lo festeggeremo sabato 11 a Torino, dalle ore 19:15, con un brindisi da Rocco Pinto alla Libreria Ponte sulla Dora, con la scrittrice Margherita Oggero e il Maestro del Gusto Sergio Arzilli e le sue specialità alla nocciole. Poi domenica 12 pomeriggio (ore 16:30) su invito del grande organizzatore di eventi Marco Fedele, saremo a Carmagnola per un gemellaggio tra nocciole e porro dolce, in nome della migliore cucina piemontese (entrambi gli eventi sono a ingresso libero).
 Prenotatevi subito alla “Chocolate Explosion” con il facile format di Event Brite e guardate il video con gli chef che raccontano il menu: vi faranno venire l’acquolina in bocca.  Vi aspettiamo!
Prenotazione obbigatoria: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-chocolate-explosion-invasioni-vegetali-215520677147
Per partecipare all’evento è necessario presentare il Green Pass
Programma della serata:
h 19 | Choco Story @ Officine del Gusto
h 19.30 | Choco Experience @ Social Table
h 20 | Choco Immersion @ Ristoro
Invasioni Vegetali è il nuovo calendario di appuntamenti dedicati al tema della botanica a tavola.
Una Chocolate Explosion coinvolgerà tutti gli spazi dell’area food & drink di OGR Torino, con un percorso multisensoriale insieme ai food writer Clara e Gigi Padovani, alla scoperta delle materie prime, delle lavorazioni e di come Torino sia diventata la capitale del cioccolato in Italia. Si partirà dalle Officine del Gusto dove, dopo un assaggio di cioccolata calda, Clara Vada Padovani racconterà la storia del Cibo degli Dei. Al Social Table, Gigi Padovani, GB Mantelli di Venchi e Guido Castagna, guideranno gli ospiti in degustazioni bean to bar – dalle fave di cacao fino alla tavoletta – tra samovar di tè di Cascara e postazioni esperienziali. Ultima tappa sarà il menù pensato ad hoc da Mariangela Susigan, con i grandi vini delle cantine Cocchi e Garesio.