|

Tibaldi – Rappa (Fiom): riattivazione del tavolo di confronto su Napoli

Data pubblicazione: 30-12-2020
 

“Troviamo disonorevole il comportamento di Whirlpool. Ricordiamo che in presenza del blocco dei licenziamenti la copertura economica degli stipendi dovrebbe essere in capo all’azienda. La cassa Covid-19 interamente a carico dello Stato, da gennaio a marzo 2021, rappresenta un ulteriore risparmio per Whirlpool. In considerazione di questo, abbiamo chiesto l’integrazione della cassa integrazione al fine di garantire il salario pieno alle lavoratrici e ai lavoratori di Napoli. L’azienda si è resa disponibile a discuterne in sede di esame congiunto. Whirlpool, su nostra richiesta, ha anche dato disponibilità ad approfondimenti su Napoli e su Caserta al tavolo ministeriale. Per quello che ci riguarda Napoli deve continuare a produrre lavatrici di alta gamma.  Auspichiamo che il Governo assuma un ruolo più deciso nel mettere in discussione le scelte della multinazionale. E’ stata persa una grande occasione per Napoli, la lotta delle lavoratrici e dei lavoratori continua. Domani parteciperemo all’evento di solidarietà e beneficenza organizzato dal Cral Whirlpool di Napoli, dalle ore 15 presso lo stabilimento di via Argine, in cui sarà presentato il calendario 2021 dal titolo "Sulla nostra pelle" che racconta attraverso le immagini venti mesi di battaglia in difesa del loro posto di lavoro”.
Lo dichiarano in una nota congiunta Barbara Tibaldi, segretaria nazionale Fiom-Cgil e responsabile eletrodomestico e Rosario Rappa, segretario generale Fiom-Cgil di Napoli