|

Al Teatro Augusteo Gianfranco Gallo in una divertente riscrittura del medico dei pazzi

Data pubblicazione: 14-02-2020
 

Anche questa volta in veste di autore e protagonista di una nuova commedia dal titolo “Lo zio del medico dei pazzi” liberamente ispirata a E. Scarpetta, W. Jacoby e C. Laufs. Eduardo Scarpetta nel 1908 scrisse ‘O Miedeco de’ pazze riadattando una commedia tedesca dal titolo PensionSchoeller di Jacoby e Laufs del 1890. In Germania il testo viene rappresentato ancora oggi con grandissimo successo e rappresenta un classico del Teatro comico tedesco. Qui in Italia la commedia è più nota per la trasposizione cinematografica del 1954 che vide protagonista un esilarante Totò diretto da Mario Mattioli. La riscrittura di Gianfranco Gallo è in napoletano e ha il pregio della modernità efficacemente coniugata con la tradizione. Sul palco anche un’apprezzabile Antonella Stefanucci, un comicissimo Mario Brancaccio e un’affiatata e numerosa compagnia: Antonella Prisco, Bianca Gallo, Luigi Credendino, Antonio Fiorillo, Francesco Russo, Michele Sibilio, Elena Starace, Gianluigi Esposito, Michele Schiano di Cola, Ursula Muscetta. La scena semplice e tradizionale porta la firma di Flaviano Barbarisi ed è realizzata da Visualsacssrl; i costumi spiritosi e coloratissimi sono di Anna Giordano. Lo spettacolo è vivace, spassoso, ben costruito. La bravura, l’esperienza, la vis comica di Gianfranco Gallo fanno il resto. Il pubblico si diverte e ha applausi per tutti.

Valeria Rubinacci