|

MISTER CICCIO BELLO D'ITALIA

Data pubblicazione: 16-12-2020
 

Chi ha detto che un peso eccessivo è sinonimo di bruttezza? Autoironico, solare, a tratti esplosivo. Dennis Scuderi, 26 anni e oltre 100 chili di simpatia, è il primo ‘Mister Ciccio Bello d’Italia”. Da adolescente emarginato a modello curvy, il ragazzone piemontese ha saputo reinventarsi, trasformando i suoi punti deboli in un’arma vincente. Look stravagante, verve travolgente, oggi Dennis è un aspirante influencer e sogna di entrare nella casa del Grande Fratello per raccontare a tutti la sua esperienza di bullismo e di rivalsa personale. “Ho subito vessazioni di ogni tipo a causa della mia fisicità corpulenta ma, crescendo, ho imparato ad essere forte e, adesso, non temo più il giudizio degli altri”, ci dice Scuderi. “In fondo, i chili di troppo si possono sempre perdere ma l’intelligenza o ce l’hai o sei fregato”. (foto di Noemi Siccardi)
Dennis, è stato eletto “Mister Ciccio Bello d’Italia”. Ci può raccontare?
“Beh, è nato tutto per gioco. Una mia cara amica, che gestisce una pagina social molto seguita, ha lanciato un beauty contest dedicato agli oversize e, così, ho deciso di partecipare. Eravamo dodici in gara e da tutta Italia. Non mi aspettavo di vincere, sono stato davvero sorpreso ma, non nego che mi abbia fatto davvero piacere. Durante l’adolescenza, ho sofferto molto a causa del mio peso eccessivo e, adesso che ho ritrovato finalmente la sicurezza e la fiducia in me stesso, vorrei pormi come esempio e come monito per quanti sono nella mia stessa condizione”.
Da ragazzino, è stato vittima di bullismo a causa del suo peso eccessivo. Cosa ha significato per lei essere un adolescente obeso?
“Ho sofferto molto. Mi hanno sempre preso in giro perché ero cicciottello, additandomi con epiteti davvero cattivi. Più mi guardavo allo specchio e più mi odiavo. La mia autostima era pari a zero, mi isolavo, non avevo amici. Per fortuna, crescendo, ho incontrato persone che sono riuscite ad andare oltre l’aspetto fisico e mi hanno fatto sentire amato e accettato. Ancora oggi, capita che qualcuno mi derida ma, adesso, so difendermi, non sono più il bambino insicuro e timido di una volta, quindi rispondo per le rime”.
Oggi, i difetti del passato sono diventati i suoi punti di forza. È un modello curvy e un aspirante influencer. Sente di avercela fatta?
“Si, ce l’ho fatta per il semplice motivo che ho imparato ad accettarmi ed amarmi per ciò che sono. Oggi, lavoro come responsabile accoglienza clienti per un’importante catena di fast food ma, nel tempo libero, mi diletto come modello curvy. Poso spesso per brand locali di abbigliamento oversize e non ho vergogna quando devo spogliarmi per indossare nuovi outfit. Anzi, sono diventato molto vanitoso e amo frequentare centri estetici e parrucchieri per curare il mio corpo. Sono anche un bravo cuoco e ho ideato molte ricette gustose tra cui il risotto pancettatto, le tagliatelle montagnine e la verdura canterina”.
Adesso che ha ritrovato la sicurezza e la fiducia in se stesso, quali sono i suoi progetti per il futuro?
“Anzitutto, mi piacerebbe continuare come modello curvy ma anche affermarmi nel mondo degli influencer. Vorrei essere d’esempio per quanti vivono la mia stessa condizione. Ora che sono finalmente fiero di ciò che sono diventato, il mio sogno sarebbe quello di partecipare al Grande Fratello per poter dimostrare che qualche curva in più e una taglia XL non sono certo sinonimo di bruttezza. La bellezza non ha regole e si può essere affascinanti anche se oversize”.
                                                                                                                                                                                                      Stefano Di Capua