|

TEATRO SANNAZARO: SCOTLAND

Data pubblicazione: 03-02-2020
 
Il trio Metamorphosis

Giovedì 6 febbraio 2020 alle ore 20.30 per la Stagione Concertistica della Associazione Alessandro Scarlatti  il mezzosoprano Monica Bacelli e il Trio Metamorphosi presenteranno uno straordinario viaggio attraverso le melodie popolari scozzesi rilette da Joseph Haydn e Ludwig van Beethoven.
 Il programma, intitolato “Scotland” è un  omaggio alla Scozia tramite la musica di due autori “cult” come Haydn e Beethoven che, verso al fine delle loro carriere, dedicarono particolare attenzione alle musica d’oltre Manica. Gli arrangiamenti di musica scozzese di canti popolari per voce e accompagnamento erano infatti molto popolari intorno alla fine del Settecento, tanto che alcuni editori erano persino riusciti a commissionare a importanti compositori europei – come appunto Haydn e Beethoven, ma anche Carl Maria von Weber – trascrizioni e rivisitazioni in chiave colta, destinate all’esecuzione nelle case borghesi. Haydn, che visse per 10 anni in Inghilterra dove compose il suo ultimo gruppo di sinfonie dette "Londinesi", quando gli fu richiesto di tradurre in una compostezza «classica» la musica popolare di quel Paese, si dedicò al compito con entusiasmo. Beethoven, nonostante non conoscesse direttamente il mondo anglossassone, amava molto le musiche popolari inglesi e scozzesi. In entrambi i casi i paesaggi scozzesi vengono trasformati in gioielli musicali di grande valore. Il programma è completato dalTrio op. 86 n. 2 di Haydn e dalla “Variazioni Kakadù” di Beethoven,  soprannome dato alle variazioni sul tema di “Ich bin der Schneider Kakadu” (Io sono il sarto Kakadu), lied tratto dal Singspiel “Die Schwestern von Prag” (Le sorelle di Praga) di Wenzel MüllerProtagonisti saranno il Trio Metamorphosi (Mauro Loguercio violino, Francesco Pepicelli violoncello, Angelo Pepicelli pianoforte), tre musicisti che da sempre affiancano l’attività in trio ad altre esperienze cameristiche e solistiche di primo piano e a collaborazioni con artisti celebri, Magaloff, Pires e Antonio  Meneses, che dice di loro "Penso che siate un grande Trio.”. A  loro  si unisce la splendida voce del mezzosoprano Monica Bacelli, artista di caratura internazionale, a proprio agio nel repertorio settecentesco come in quello contemporaneo.