|

L'ASMR: cosa è?

Data pubblicazione: 30-06-2020
 

Secondo un articolo pubblicato sul sito Know Your Meme, il termine ASMR fu usato la prima volta il 25 febbraio 2010 nel gruppo FacebookAutonomousSensory Meridian Response Group dopo essere stato inventato dalla fondatrice Jennifer Allen, rispondendo ai messaggi di molte persone sul forum SteadyHealth, che discutevano di una sensazione che provavano ma che non riuscivano a spiegare.Le persone che sperimentano l'ASMR, avvertono infatti sensazioni diverse, molto soggettive. Si parla infatti di "orgasmo cerebrale", "massaggio cerebrale", "formicolio alla testa", "formicolio cerebrale", "orgasmo mentale", "formicolio spinale" e "braingasm".
Come è possibile sperimentare l’ASMR? Essendo molto soggettivo, dipende dal singolo soggetto, che può provare queste sensazioni tramite immagini o video “rilassanti”. Le tipologie di video più diffuse sono i “mukbang”, ovvero video di persone che si riprendono mentre mangiano - e registrano con microfoni molto potenti – i suoni che emettono, compresa masticazione e deglutizione. Ma ci sono anche i video sussurrati o con voci calme e pacate (whispering) sempre più popolari su YouTube, che comprendono sussurri e tapping (toccare con unghie lunghe oggetti). Molto spesso questi video comprendono role-play (gioco di ruolo), per stimolare l'ASMR. Ci sono video di tagli dei capelli, una visita dal dottore o sedute di terapia.
Quali sono i benefici dell’ASMR? Molti hanno risolto problemi di insonnia, stress e ansia, guardando questi video soprattutto prima di dormire. La mancanza di prove scientifiche però non permette di riconoscere l'ASMR come un reale fenomeno fisiologico, così come tutti i benefici riscontrati derivano da esperienze e percezioni personali.
Spesso vengono associati al mondo dell'ASMR anche i video del pittore Bob Ross, nonostante non fossero nati con questo scopo. In questi video, Bob Ross impartiva lezioni di pittura filmate all'interno di uno studio, dove venivano inquadrati solo lui e gli strumenti da lavoro. Nella gran parte degli episodi la voce di Bob Ross e i rumori del pennello sulla tela erano gli unici suoni che accompagnavano il telespettatore durante la puntata.
Essendo una sensazione soggettiva, molti sostengono di non amare questi video, o addirittura di esserne infastiditi.
E voi? Amate i video ASMR oppure vi infastidiscono?

 

Valentina Di Febbraro