|

BONUS DA MILLE EURO PER I LAVORATORI AUTONOMI

Data pubblicazione: 15-04-2020
 

È stato pubblicato il bando della Regione Campania per il bonus di mille euro una tantum ai lavoratori autonomi, destinato anche ai giornalisti. Il bonus è cumulabile con quello deliberato dal Governo e con quello di 500 euro deliberato dall’INPGI. Gli uffici del SUGC sono a disposizione dei colleghi per qualsiasi chiarimento e per l’apertura gratuita della Pec per i nostri iscritti.
CHI HA DIRITTO AL BONUS
Giornaliti iscritti alla gestione separata dell’INPGI
•    titolari di partita IVA attiva alla data del 23/02/2020
•    inizio attività prima del 1/1/2020;
•    sede territorio regionale;
•    non iscrizione ad altra forma di previdenza obbligatoria;
•    fatturato dell’anno 2019 inferiore ad euro 35.000,00;
Per “fatturato” del periodo si intendono i compensi professionali effettivamente percepiti secondo il principio di cassa al netto dei contributi obbligatori alla Cassa previdenziale e delle spese anticipate per conto del cliente/committente.
CHI NON HA DIRITTO
•    titolari di pensione
•    lavoratori dipendenti
•    lavoratori autonomi che non esercitano attività professionali
•    iscritti alle sezioni speciali dell’Assicurazione generale obbligatoria dell’INPS
QUANDO PRESENTARE LE DOMANDE
Le domande potranno essere presentate esclusivamente sul sito dedicato dalle ore 10,00 del 24 aprile 2020 alle ore 15,00 del 08 maggio 2020 salvo proroghe.
REGISTRAZIONE E INDIRIZZO PEC
La registrazione sarà possibile dalle ore 10,00 del 22 aprile 2020 e sarà necessario fornire un indirizzo pec. Rircodiamo ai colleghi iscritti al SUGC che non hanno un indirizzo di posta certificata che il Sindacato offre questo servizio gratuitamente.
A seguito dell’inserimento delle informazioni richieste, il sistema genererà automaticamente una pec di conferma della registrazione e di comunicazione della password temporanea di accesso al sistema.
COME PRESENTARE LA DOMANDA
La domanda compilata on-line tassativamente in ciascuna delle parti di cui si compone, deve essere salvata in formato pdf e firmata digitalmente dal richiedente il contributo, caricata in piattaforma e inviata. Se il richiedente non è in possesso di firma digitale, la domanda deve essere stampata, firmata e accompagnata da copia del documento di identità. La domanda così completata dovrà quindi essere caricata nel sistema esclusivamente in formato pdf ed inviata.
Si precisa che per le domande trasmesse prive di firma digitale, il processo di istruttoria utile all’erogazione del contributo potrà avere tempi più lunghi rispetto alle domande firmate digitalmente in quanto sarà necessario effettuare i dovuti controlli sull’identità del dichiarante.
IBAN
Il richiedente il contributo è tenuto ad indicare nella domanda il codice iban del proprio conto corrente bancario o postale, intestato a sé stesso, con esclusione di IBAN collegati a carte di credito/debito prepagate e/o sistemi elettronici di pagamento (es. Paypal etc.).