|

Sala d'Attesa al NTFI

Data pubblicazione: 06-07-2020
 

Apertura di serata su una riflessione dello stesso De Lorenzo: oggi nelle sale d’attesa non ci si scambiano più idee come una volta, si vedono piuttosto persone isolate nel loro mondo, chine sul proprio telefono cellulare. L’evento proposto nel Cortile d’Onore di Palazzo Realevuole essere, invece, un luogo in cui i tempi di attesa vengono proficuamente utilizzati scambiandosi idee. La serata è divisa in due parti. Il tema della prima è la democrazia, quello della seconda le disuguaglianze. Sul lato sinistro della scena – così come la vede lo spettatore - quattro poltrone apparentemente piuttosto scomode rivestite di fogli di giornale su cui, di volta in volta si succedono gli ospiti. I primi sono Mauro Barberis, giurista; Paolo Macrì, storico; Lamberto Maffei, direttore dell'Istituto di Neuroscienze del Cnr che, sollecitati dalle domande di De Lorenzo, sviscerano il tema della democrazia dalla caduta del muro di Berlino a oggi. Sulla destra del palco il gruppo dei "Bandaspè" composto dai bravissimi Giosi Cincotti, Carlo di Gennaro, Machi Di Pace, Ugo Gangheri ed Ernesto Nobili che sottolineano con un’oculata scelta di testi i temi trattati. Altro protagonista di alcuni intermezzi, comunque legati alla discussione che si svolge alla sinistra del palco, è uno straordinario, vivace, potente Massimiliano Gallo che esordisce leggendo una sua favoletta sulla democrazia per arrivare all’Apologo sull’onestà nel paese dei corrotti di Italo Calvino e alle Lettere Luterane di Pier Paolo Pasolini. Altro ospite musicale che si alterna ai microfoni di Sala d’Attesa è Giovanni Truppi che presenta alcuni suoi brani molto originali e ironicamente provocatori. Nella seconda parte dedicata alle disuguaglianze De Lorenzo ospita Vincenzo Accurso, Operaio Whirpool e componente del Consiglio regionale della Uilm e quindi Marco Musella, economista e Paolo Iorio, Direttore del Museo Filangieri di Napoli. IlNTFI ha dato la possibilità di seguire la serata in streaming gratuitamente sulla piattaforma Ecosistema digitale per la cultura della Regione Campania - https://cultura.regione.campania.it/en/web/teatro/live - e sui canali radio e video di CRC: Radio CRC Targato Italia e sul Canale 620 del Digitale Terrestre.

Valeria Rubinacci