|

Ginnastica – Conferma di Aldo Castaldo a Presidente della Campania

Data pubblicazione: 29-10-2020
 
riunione

Nel Palazzetto dello Sport di Pomigliano d’Arco, messo a disposizione dalla locale società Fitness Trybe della Presidente Raffaela Lanza, nel massimo rispetto delle norme anti-contagio da Covid-19, si è svolta l’Assemblea Regionale Elettiva del Comitato Regionale Campania della federazione Ginnastica d’Italia. Dopo l’acclamazione di Michele Sessa a Presidente onorario, è stato il vicepresidente vicario della Federazione Ginnastica d’Italia, Valter Peroni, a proclamare Aldo Castaldo Presidente del Comitato Regionale Campania per il quadriennio 2021 - 2024, con un plebiscito di voti. Con Peroni, i primi a complimentarsi con il neoeletto sono stati i componenti dell’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea, l’altro vicepresidente federale Rosario Pitton ed il segretario Vincenzo Stefanizzi. Castaldo, nel suo secondo mandato consecutivo, potrà contare sui consiglieri uscenti Graziano Piccolo (205), Salvatore Affinito (154), M. Teresa Amato (130), Antonio Magliano (105), Enzo Porcelli (101), e su tre new entry, Cirillo Miriani (134), Barbara Zagarella (133), Isabella De Luca (94). “Un risultato che premia il lavoro di un intero quadriennio non semplice, ma che ha visto la Campania crescere in quantità e qualità – ha dichiarato Castaldo dopo la sua proclamazione - alla ripresa ci siamo fatti trovare pronti, ci auguriamo che l’Autunno Napoletano della Ginnastica al Palavesuvio possa proseguire senza intoppi con i Campionati Italiani Assoluti e la Final Six A1-A2-GAM/GAF” ha concluso il neopresidente tra gli applausi dei presenti.
Nel frattempo, il nuovo D.P.C.M. ha salvaguardato l’attività agonistica delle Federazioni Sportive e, con essa, la preliminare e imprescindibile preparazione alle gare attraverso allenamenti nelle palestre, sempre nel pieno rispetto delle norme anti-contagio Covid-19 e dei protocolli federali. Pertanto, al momento nessun lock down, lo Sport va avanti in presenza, anche se solo per gli agonisti e a porte chiuse. 

 

ALBERTO  ALOVISI