|

Capri-Napoli: Al via 25 atleti tra Solo, doppio e staffette

Data pubblicazione: 09-09-2020
 
Arrivo Capri-Napoli

A meno di una settimana dal trionfale successo a tempo di record di Arianna Bridi, la Capri-Napoli torna protagonista e accende i riflettori del nuoto di fondo sulle acque del Golfo. Venerdì 11 settembre, infatti, è in programma la prova non competitiva, valevole quale selezione per il trofeo Farmacosmo del 2021. Dopo le vicissitudini legate all’emergenza Covid e la decisione della società organizzatrice, Eventualmente Eventi e Comunicazione di Luciano Cotena, di posticipare la gara a settembre (inizialmente le due non competitive erano previste a fine giugno e metà luglio, con oltre cento iscritti da ogni parte del mondo), venerdì si completerà dunque il quadro di eventi legati alla Maratona del Golfo. In acqua si tufferanno (partenza da Le Ondine Beach Club alle 8 e arrivo nello specchio di mare antistante il Circolo Posillipo) 25 nuotatori: cinque quelli iscritti alla prova “Solo”, che emuleranno le imprese degli atleti professionisti provando a segnare il tempo minino (7 ore) valido per qualificarsi alla Capri-Napoli del prossimo anno: sono l’irlandese Ned Denison, lo spagnolo Josè Ramon Sanz Rodenas e gli italiani Michele Barbuscia, Maurizio Mastrorilli e Laura Volpi. A completare il quadro degli atleti al via il doppio formato da Giuseppe Di Mare e Ivano Vano e le tre staffette del Circolo Nautico Posillipo, del Sorrento Infinity e dell’Asd Thebris. “La prova - afferma Luciano Cotena - è stata fortemente voluta proprio dagli iscritti, in particolare da coloro che potevano raggiungere Napoli rispettando le misure di sicurezza legate alla pandemia. Gli atleti che però avevano formalizzato la richiesta di partecipazione e non sono potuti giungere in Campania, hanno tutti confermato la loro partecipazione per l’anno prossimo. Visto che avevamo già richieste al vaglio, nel 2021 le prove non competitive saliranno dunque a quattro. Un’ulteriore testimonianza di come il brand Capri-Napoli sia apprezzato e amato nel mondo, tanto che abbiamo già ricevuto richieste dall’Australia per la partecipazione di più di trenta nuotatori alle prove che organizzeremo nel 2022”.