|

SPETTACOLO DI BENEFICENZA DEL GRAN BALLO RUSSO – X EDIZIONE

Data pubblicazione: 10-01-2022
 

Sabato 15 gennaio 2022 l’aristocratico Palazzo Brancaccio, nel cuore della capitale, celebra la X edizione del Gran Ballo Russo in uno spettacolo di danze d’antan, arie e performance teatrali che, in un contesto di raffinatezza ed eleganza, incarna l’occasione per vivere un’atmosfera imperiale. In particolare, la presente edizione dell’evento è dedicata al noto scrittore russo Fëdor Dostoevskij, in occasione del bicentenario della sua nascita, e al suo romanzo “Il sosia”. Verranno ospiti da tutta Italia, dalla Germania, dalla Russia, da Parigi, Madrid e Londra. Sono invitati a condividere una serata ispirata alla seconda metà dell’Ottocento, che si riflette negli abiti da loro indossati: lunghi vestiti con crinolina, frac e divise militari di altri tempi. All’entrata saranno accolti da ufficiali della polizia a cavallo.In questo periodo storico, il Gran Ballo Russo prenderà una nuova forma: uno spettacolo d'antan di arie, danze storiche e performance teatrali. In questo modo gli ospiti saranno immersi nella cultura e nella storia della Russia, e avranno l’occasione di veder prendere vita al romanzo del famoso scrittore F. Dostoevskij “Il sosia”. L’evento è patrocinato dall'Assessorato alla Crescita Culturale del Comune di Roma, dall’Ambasciata della Federazione Russa, dal Consiglio Internazionale per la Danza UNESCO, dalla Camera di Commercio Italo-Russa, dal Forum di dialogo italo-russo della società civile e dalla Fondazione Alberica Filo della Torre.
Da anni, il Ballo è promosso dalla “Compagnia Nazionale di Danza Storica” di Nino Graziano Luca – ideatore e organizzatore dell’evento – e dalla giornalista, promotrice della cultura russa in Italia e rappresentante a Roma del Consiglio delle Donne del Club “il Parlamentare Russo”, nonché organizzatrice del Ballo, Yulia Bazarova di “Eventi Rome”, insieme all’Associazione
 culturale “Amici della Grande Russia” con Paolo Dragonetti de Torres Rutili.
L’immagine dell’evento è rappresentata dal quadro di Natalia Tsarkova, pittrice ufficiale che ha collaborato con le istituzioni del Vaticano, e che durante la prima inaugurazione dell’evento ha ritratto gli ospiti mentre ballavano.Tra le danze protagoniste del programma ci saranno il celeberrimo Valzer N. 2 di Shostakovich, la Russian Figure Waltzny, il Valzer tratto da Guerra e Pace di N. Rota, il Pas de Patiner, la Moscow Polka che allieteranno gli ospiti all’ingresso e durante la serata.
Lo spettacolo del Gran Ballo Russo vedrà la partecipazione di grandi artisti italiani e russi.
La straordinaria ballerina russa Oxana Lebedew, professionista di livello mondiale, coreografa e maestra di danza a “Ballando con le stelle”, su Rai1, si esibirà sulle note del “Valzer dei fiori” di Čajkovskij. Attualmente, la ballerina è impegnata a insegnare al noto cantante italiano Al Bano Carrisi, riconosciuto a livello mondiale e particolarmente apprezzato da tutta la Russia.
Il cantante pop e compositore romano Thomas Grazioso, noto alla scena internazionale per aver partecipato a diversi programmi televisivi come “The voice” e “New Wave” in Russia, e ultimamente a “Road to Yalta International Festival” insieme al cantante Pupo, si esibirà durante l’evento con due brani di successo nelle versioni di Andrea Bocelli e Luciano Pavarotti.
La cantante mezzo-soprano russa Anna Konovalova si esibirà con brani classici di grande successo. La sua grande attività concertistica la porta ad esibirsi in prestigiosi contesti istituzionali, tra cui la collaborazione con la Banda dei Carabinieri, e sui palchi di notorietà internazionale quali l’Arena di Verona, il Teatro Greco di Taormina, l’Auditorium parco della Musica a Roma, il Teatro d’Opera di Liege e il Teatro d’Opera di Norimberga.
Durante la presente edizione, verrà recitata la scena principale del romanzo “Il sosia” e saranno l’attore italiano Simone Ciampi e l’attrice russa Marina Kazankova a interpretare i ruoli dei due protagonisti, Jakov Petrovič e Klara Olsufevna. 
Simone Ciampi lavora da anni nel teatro. Ha preso parte a spettacoli come “Re Lear” e "Macbeth" di W. Shakespeare, “Pilade” di P. P. Pasolini, “Se Questo è un Uomo” di P. Levi e “La notte dell’Innominato” tratto dai Promessi Sposi con debutto al Piccolo Teatro di Milano. Comparso in diverse fiction italiane, tra cui “A un passo dal cielo 3” e “Che Dio ci aiuti 4”, ha recitato anche in svariati film come “Il Grande Sogno” di M. Placido e “Momenti di trascurabile felicità/Infelicità” di D. Luchetti.
Anche Marina Kazankova ha lavorato con diversi registi, recitando in numerose fiction e film nonché ha collaborato con le case di moda più popolari, tra cui Armani e Trussardi. Straordinario è il suo successo nella disciplina di apnea, per la quale si presenta come detentrice del Guinness dei primati per la quarta volta.A risaltare la natura storica della serata non sarà esclusivamente la peculiare solennità, la musica, le antiche tradizioni e il galateo, ma anche i costumi realizzati da molte sartorie artigianali italiane e internazionali.
L’abito della ballerina Oxana Lebedew e dell’attrice Marina Kazankova sono realizzati da Paola Cozzoli, costumista ufficiale del Gran Ballo Russo, creatrice di look teatrali di grande bellezza. Il costume della Lebedew è ancora una volta ispirato alla magnificenza della corte russa: un tessuto in broccato color panna e oro con applicazioni tono su tono, in cui perle e gemme ne costituiscono gli ornamenti principali. Chiaramente rivisitato secondo gli anni Sessanta dell’Ottocento, presenta la tipica crinolina usata in tal periodo storico.
In questa edizione speciale, è stata istituita una lotteria, i cui biglietti numerati saranno acquistabili all’interno del Palazzo, successivamente verranno estratti i numeri vincenti. I premi varieranno tra soggiorni nei nostri hotel partner e prodotti alimentari ricercati e made in Italy. Parte del ricavato dei biglietti andrà all’Agenzia no-profit dei progetti socio-culturali russa “Agenstvo sotzoculturproektov” della città di Ulyanovsk, per la creazione di un’area fitness all’aperto accessibile ai disabili. Presenzieranno anche rappresentanti istituzionali, così come l’élite italiana e russa del mondo intellettuale, diplomatico, artistico ed imprenditoriale, come il Principe Guglielmo Giovanelli Marconi e sua moglie Vittoria Ludovica Rubini e la principessa Maria Pia Ruspoli. Negli anni precedenti sono stati ospiti il cantante Al Bano con la figlia Cristel, l’attore Michele Placido, il direttore d’Orchestra Jacopo Sipari di Pescasseroli, le stiliste Anna Fendi ed Eleonora Altamore, gli attori russi Nikolaj Burljaev, Inga Shatova, Olga Kabo, Alika Smekhova e molti altri artisti internazionali.
Gli organizzatori dell’evento affermano con grande determinazione che lo spettacolo del Gran Ballo Russo rappresenta un evento socioculturale volto a consolidare i rapporti fra la Russia e l’Italia: un’occasione per esprimere a gran voce la necessità di pace a livello internazionale, favorendo ponti interculturali che rafforzano le relazioni tra tutti i Paesi.
Sottolineano inoltre l’atmosfera romantica che il Gran Ballo Russo può creare, dove talvolta un desiderio d’amore può diventare realtà. Ed è proprio durante una delle edizioni precedenti che gli ospiti hanno assistito ad una proposta di matrimonio, esempio concreto di ciò in cui Dostoevskij ha sempre creduto: “Il ballo è quasi una dichiarazione d’amore”.


Aurelio Badolati