|

l'EcoRally dolomitico delle auto elettriche ha premiato ecologia e consumi

Data pubblicazione: 14-11-2023
 
il podio

Primiero San Martino di Castrozza, Trento – Si è concluso nella tarda serata di domenica 12 novembre a Primiero San Martino di Castrozza, in provincia di Trento, in Italia, la premiazione dell’ECOdolomitesGT, manifestazione sportiva automobilistica riservata alle vetture elettriche. L’e-rally di regolarità e consumo, organizzato da RaceBioConcept BioDrive Academy e l’Automobile Club di Trento, in collaborazione con ECOmove – valevole per l’International Bridgestone FIA ecoRally Cup 2023 e il Trofeo eRally del Campionato Italiano Energie Alternative – ha avuto luogo su strade aperte al traffico. Il percorso, partenza e arrivo nella località trentina, ha toccato suggestivi angoli delle Dolomiti in Trentino, Veneto e Alto-Adige, valicando diversi passi e attraversando alcune delle località più belle del territorio: oltre a Primiero San Martino di Castrozza, Mezzano di Primiero, Imer, Canale San Bovo, Passo Rolle, Passo Gobbera, Pedavena, Sagron Mis, Mis, Passo di Croce d’Aune, Predazzo, Moena, Canazei, Passo Sella, Ortisei, Selva di Valgardena, Corvara, Falcade, Agordo, Passo Cereda, Passo Valles, Passo Campolongo, con una fondamentale Tappa in quel di Ortisei, in Alto-Adige, gestita in collaborazione con ECOmove.
Quattro i settori, 440 chilometri totali, con un massimo di circa 230 chilometri tra una ricarica e l’altra per le auto elettriche. 9 le prove speciali per un totale di circa 230 chilometri, durante le quali i driver hanno dovuto cimentarsi per mantenere le specifiche medie imposte dai regolamenti, rilevate al decimo di secondo, consumando il meno possibile. Infatti, la competizione, oltre a premiare la bravura dei concorrenti nel rispettare tempi e percorsi imposti dal road-book, riconosce anche la bontà dello stile di guida, che unito all’efficienza tecnologica della vettura va a comporre il performance index valevole per l’assegnazione dei punteggi.
“I consumi – spiega Mario Montanucci Pignatelli, coordinatore del RaceBioConcept Team & BioDrive Academy, co-organizzatore - sono dedotti mediante innovativi telerilevamenti, applicando una speciale formula FIA che tiene conto anche delle performance di omologazione WLTP (Worldwide Harmonized Light Vehicles Test Procedure) di ciascuna vettura iscritta.”
Classifiche
L’ECOdolomitesGT 2023 è l’ultima tappa dell’International Bridgestone FIA ecoRally Cup 2023, che dopo aver toccato diversi Paesi, quali Svezia, Spagna, Repubblica Ceca, Portogallo, Svizzera, Slovenia, e Montecarlo, è arrivato in Italia, nelle valli dolomitiche, a definire la classifica finale.
La gara ha confermato ancora una volta la sua internazionalità, con equipaggi provenienti da Italia, Francia, Germania, Polonia, Canada, Bulgaria, Romania, Repubblica Ceca e Slovenia.
Sul gradino più alto del podio dell’ECOdolomitesGT 2023 l’italiano Guido Guerrini e il francese Artur Prusak, Team italiano “Autotest Motorsport – Io vivo in Toscana” su Kia e-Niro, che si sono classificati primi nella classifica combinata di regolarità e consumo valida per il Campionato Internazionale. Secondi classificati Michal Zdarsky e Jakub Nábělek, “ACCR Czech Hyundai Team” su Hyundai Kona Electric. Il terzo gradino del podio è andato agli spagnoli Eneko Conde Pujana e Lukas Sergnese del “KIA-BLENDIO #ecoteam” su Kia e-Niro.
Grazie a questo risultato Guido Guerrini e Artur Prusak si classificano secondi nell’International Bridgestone FIA ecoRally Cup, preceduti di un solo punto dai cechi Zdarsky – Nábělek. Completano il podio internazionale i baschi Conde Pujana - Sergnese, terzi nella gara italiana.
L’Equipaggio ceco Michal Zdarsky e Jakub Nábělek si aggiudica, pertanto, il Campionato Internazionale di Coppa Bridgestone FIA ecoRally Cup 2023.
Per quel che concerne la classifica specifica di consumo secondo l’energy performance index della FIA, la stessa si è conclusa con una vittoria dell’equipaggio ceco Michal Zdarsky – Jakub Nábělek neocampione Bridgestone FIA ecoRallyCup 2023, su Hyundai Kona Electric, seguiti dall’equipaggio tedesco-olandese formato dalla top driver Beitske Visser con il top “Esports” driver Arthur Kammerer a bordo di Volvo Polestar 2, seguiti dall’equipaggio vincitore dell’assoluta composto dall’italiano Guido Guerrini con il francese Arthur Prusak a bordo della Kia E-Niro.
Con riferimento alla classifica specifica di regolarità, è arrivato primo l’equipaggio Guerrini-Prusak, secondo Conde Pujanas – Sergnese e terzo l’equipaggio Špacapan – Kobal dell’AMD Nova Gorica Team.
La gara ha conferito punti anche per il Campionato Italiano Energie Alternative - Trofeo ACI Sport E-Rally, secondo la medesima classifica generale di gara.
Alla presenza del figlio Stefano, sono stati conferiti anche trofei in memoria del compianto Bruno Moretti, recentemente scomparso: fu il primo presidente della Commissione FIA di riferimento, allora nominata “Energie Alternative”. Allo stesso modo, come avviene da qualche edizione, è stato commemorato il compianto Marco Modena, membro del RaceBioConcept Team, con dei dedicati trofei onorari.
Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato anche il presidente dell’Automobile Club di Trento Fiorenzo Dalmeri (che ha anche partecipato alla gara) e l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Primiero San Martino di Castrozza Mariangela Zanetel.
Gli equipaggi hanno potuto testare le prestazioni delle vetture su percorsi particolarmente impegnativi come quelli montani, con basse temperature e condizioni meteorologiche critiche.
Tutte le auto elettriche in gara hanno garantito ottime performance, affrontando dislivelli, tempi di percorrenza e di ricarica senza problemi.
Alla manifestazione hanno partecipato altri noti esponenti del mondo della comunicazione, del rally e degli ecorally.
I premi
I premiati hanno ricevuto degli speciali trofei che lo scultore Renzo Zeni ha ricavato dagli alberi indeboliti superstiti della tempesta Vaia del 2018, ma ora attaccati, per la propria condizione, dal parassita noto come bostrico: ultima minaccia alla salute dei boschi locali.  Artigianalmente scolpiti nella medesima forma estetica delle dolomiti, rappresentano un omaggio ai luoghi in cui si svolge la manifestazione e un modo per ricordare una o più locali conseguenze del cambiamento climatico, sensibilizzando alla tutela dell’ambiente.
Supporters e partner tecnici
Tutti gli sponsor dell’iniziativa di livello locale, nazionale e internazionale, assieme ai partner territoriali, sono selezionati in base al proprio coinvolgimento nella sostenibilità ambientale, nella sicurezza stradale e nella promozione dell’impiego di energia da fonti rinnovabili: tra essi annoveriamo Bridgestone (Title-Sponsor di Coppa Internazionale), SARA Assicurazioni, NSP, Christian Gobber Termoidraulica, Primiero Energia, Zeta Green Estate, il Comune di Primiero San Martino di Castrozza e l’Azienda di Promozione Turistica di San Martino di Castrozza, Primiero e Vanoi, assieme al supporto di Trentino Marketing.