|

SCENE D'AMORE CON LA MASCHERINA

Data pubblicazione: 23-12-2020
 
l'amore ai tempi della mascherina

Dopo essere stati subissati dagli ipnotici spettacoli proposti in streaming, il ‘teatro   dal vivo’ almeno in parte, ha preso finalmente l’avvio. Nei cortili di castelli e palazzi storici, nelle cavee degli auditorium , nei suggestivi chiostri delle antiche basiliche, nelle piazze,  negli anfiteatri e nei piu ampi spazi all’aperto, in ogni città,  sono tornati ensemble o anche orchestre
  per farci riascoltare musiche a noi care o anche opere dai prestigiosi titoli. Gli ‘one man’, ovvero  coloro che sono abituati a far spettacolo, proponendosi al pubblico da soli,  con dei petulanti monologhi, dagli stessi  scritti e interpretati,risultano  per nulla divertenti e piacevoli.   Col ‘teatro dal vivo’, si andrà avanti, probabilmente, per tutto il settembre prossimo e magari per qualche settimana di ottobre: poi bisognerà fare i conti con ‘Giove Pluvio’. Alcune Compagnie hanno già preso accordi con i saloni di gallerie d’arte che particolarmente nella capitale continuano a restar vuote.In altri casi verranno sistemate ribalte provvisorie tra i portici e gallerie monumentali,come quelle di Milano,di Torino,di Napoli,di Roma e d’altre città.Quella che potremmo definire la ‘cartina di tornasole’ l’avremo quando  solo nel dicembre prossimo molti teatri riprenderanno l’attività dedicata particolarmente alla prosa,e non certo con attori one man,ma con regolari formazioni artistiche di più persone,per interpretare testi del repertorio classico o moderno.Cosa accadrà con le squadre dei tecnici di palcoscenico,degli scenografi,dei datori luci, che secondo le giuste disposizioni dovranno rispettare tra loro le distanze previste e portare le relative mascherine?E,per non venir meno alle stesse precauzioni, le stesse mascherine dovrebbero venir adotate anche dagli attori i quali assurdamente - magari in una scena d’amore - dovranno stare ad almeno un metro di distanza, e se incautamente si verrà meno a tutto ciò - a quanto detto dai virologi -aumenteranno i casi di contagio e salirà nuovamente la curva dell’epidemia.
Resta tutto da vedere!!  

                      Renato Ribaud