|

DIECI ANNI DI A.L.E.C.

Data pubblicazione: 24-06-2020
 

Sono passati dieci anni da quando da un incontro, di idee e di amore per il prossimo, tra l’avvocato Alfonso Angrisani e la dottoressa Zeneida Sierra, nacque un’associazione che ha dato e sta dando molto nell’ambito del volontariato al sociale, in Campania e non solo: A.L.E.C. (Associazione Lavoratori Extracomunitari e Comunitari).
Nata, in primo momento, come associazione a supporto dei lavoratori e delle lavoratrici soprattutto stranieri, pian piano si è fatta strada prendendosi a cuore anche altri ambiti dove una solidarietà morale e fattiva, avrebbe dato sollievo a quanti ne avessero bisogno. Ecco che così Alec ha iniziato ad occuparsi anche di infanzia, di disabilità, di anziani.
In questi dieci anni l’associazione Alec è cresciuta, ha organizzato eventi, percorsi di studio, feste per bambini; ha collaborato attivamente con le istituzioni locali e nazionali, con ambasciate e consolati esteri, ha coinvolto artisti, personaggi dello spettacolo, medici e giornalisti, e tutto questo per mettere al centro dell’attenzione coloro che avevano e hanno bisogno: l’infanzia, le persone anziane, i disabili e gli stranieri.
La “Pergamena della Solidarietà è da anni l’attestato che rilascia Alec, durante un evento molto atteso e seguito, a tutti coloro che nell’anno, sia come singoli che come associazioni, si siano distinti nell’ambito sociale, e che ora fa bella mostra nelle cornici sui muri di casa e degli uffici dei premiati. Ma Alec non è solo questo!
Alfonso Angrisani e Zeneida Sierra, affiancati da altri volontari, hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo, diventando punto di riferimento di tutti coloro che hanno da dare qualcosa per gli altri: chi cercava di aiutare il prossimo ma poi ci rinunciava per diffidenza o per delusioni passate; coloro che trovavano giusto che le istituzioni si rendessero conto che c’è tanto da fare e che basta poco per rendere felice qualcuno; quelli che per anni sono stati immobili, annoiati e apatici e ora vedendo quanto possono fare per chi ha bisogno, si sono fatti coinvolgere da questo ciclone di iniziative e sono più felici e attivi.
Vedere i bambini ballare durante le feste, o impegnarsi a studiare affiancati da tutor volontari nel Centro parrocchiale SS. Giovanni e Paolo di piazza Ottocalli a Napoli; vedere sorridere anziani che fino a qualche giorno prima si sentivano soli o non ascoltati, sono solo parte degli esempi dei risultati che Alec è riuscita a raggiungere, e chi ha assistito a questi momenti ne ha guadagnato in fiducia, autostima, tenerezza.
Che dire… in attesa di festeggiare questo decennio, purtroppo capitato in un periodo storico angosciosamente triste per il mondo, con una grande festa quando sarà possibile organizzarla, ringraziamo i due fondatori, i collaboratori e quanti con la loro presenza fanno sì che Alec sia l’associazione no profit che più fa sentire uniti i cuori, i pensieri e le mani di chi vuole donare parte del proprio tempo e di sé al prossimo.

Gerardo Moretta